JANIS JOPLIN, UN TALENTO ASSOLUTO SCOMPARSO TROPPO PRESTO UCCISA DA UN OVERDOSE A 27 ANNI DOMANI AVREBBE FESTEGGIATO

janis-joplin.jpg
Nella storia della musica internazionale Janis Joplin c’è entrata per un sacco di buoni motivi e per uno che tutti gli appassionati musica non avrebbero mai voluto ci fosse stato. Oggi Janis Joplin sarebbe alla soglia dei 73 anni. Il 4 ottobre del 1970, invece, una overdose di eroina ha messo fine alla sua giovane vita. Aveva solo 27 anni e morì malinconicamente sola in un hotel di Los Angeles: fu ritrovata 18 ore dopo la morte, il suo corpo era tra comodino e letto, aveva perso sangue da bocca e naso.
Janis era nata il 19 gennaio del 1943, domani avrebbe appunto compiuto 73 anni. E invece no. La droga se l’è portata via troppo presto, come successo poche settimane prima a Jimi Hendrix, morto anche lui a 27 anni e anche lui solo in un albergo (in Inghilterra). La sua morte, quella di Hendrix, di Jim Morrison, di Brian Jones, hanno contribuito alla nascita della leggenda delle ‘J maledette’, diventata poi la leggenda delle star morte a 27 anni (negli anni successivi si aggiunsero nomi come Kurt Cobain, Amy Winehouse). La sua straordinaria voce, grintosa quanto calda, ha reso immortali pezzi blues, rock e soul tra il 1967 e il 1970: da Piece of My Heart a Down on me, dall’ironica Mercedes Benz, incisa a cappella con una voce calda ma sofferente più del solito, a poche settimane dalla sua morte, a Try (Just a Little Bit Harder). Una voce inconfondibile, forse non celebrata o esaltata come avrebbe meritato: senza Janis forse cantanti come Adele o Amy Winehouse forse avrebbero fatto fatica a trovare la giusta collocazione.
RED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *