BUON COMPLEANNO NICK MASON, raffinata batteria dei PINK FLOYD

Una volta si è definito quello “non famoso” che ha fatto parte “di un gruppo famoso”. Nick Mason, forse, è stato il più riservato dei Pink Floyd. Forse anche più di Rick Wright. Se non il più riservato, decisamente quello meno al centro dell’attenzione. Eppure, in questi anni, è stato forse quello che ha più di tutti pensato, sperato, voluto una reunion della band. E non lo ha mai nascosto, neanche dopo la scomparsa di Wright nel 2008: troppo forte, evidentemente, il richiamo della musica, di quella musica.

E’ un giorno speciale per Nicholas Berkeley Mason, meglio conosciuto come Nick Mason: il 27 gennaio del 1944, nasceva a Birmingham quello che sarebbe poi diventato uno dei più grandi batteristi della storia del rock. Nick, che ha 3 sorelle, cresce in una famiglia benestante, condizione che gli consente di frequentare una lussuosa scuola e di studiare pianoforte e violino, prima ancora della batteria. Dopo le varie esperienze in gruppi giovanili, conosce a Londra Wright e Roger Waters nel 1962. Con l’arrivo di Syd Barrett, prende corpo quella che sarebbe stata forse una delle più influenti della storia della musica, i Pink Floyd.

Mason, che ha suonato in tutti gli album della storia del gruppo (curioso record) non ricopre forse un ruolo di primo piano nella produzione delle canzoni floydiane, a suo nome risultano pochi pezzi come autore unico: spicca sicuramente ‘Speak To Me’, pezzo di apertura di The Dark Side Of The Moon, mentre a livello di interpretazione la sua batteria in One Of These Days resta incredibile (come quella in Live at Pompeii, in cui perde una bacchetta durante l’esecuzione proprio di questo pezzo).

12651359_1111153788925260_6268346633496942065_n

Nel luglio 2005 con Gilmour, Wright e Waters, Nick è salito su un palco per la prima volta dopo ventiquattro anni come Pink Floyd, durante il Live 8 a Londra, regalando emozioni uniche ai fan, nostalgici e non, dei Pink. In tutto hanno suonato 5 brani: Speak to Me, Breathe (in medley con Breathe Reprise), Money, Wish You Were Here e Comfortably Numb. Non solo: Mason ha anche suonato assieme a Gilmour e Wright per il bis durante lo spettacolo di Gilmour al Royal Albert Hall, Londra, il 31 maggio 2006 e ha anche partecipato nello stesso anno ad alcune date del tour estivo di Roger dal titolo The Dark Side of the Moon – Live.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *