50 anni fa, ‘Arnold Layne’: nasce la leggenda dei Pink Floyd

La nostra prima seduta di registrazione”. Per una canzone ‘scanzonata’, una provocazione che molti non gradirono (la Bbc, ad esempio, la bandì). Ma nessuno, forse, avrebbe mai creduto che ‘Arnold Layne’, il primo singolo della storia dei Pink Floyd, avrebbe aperto la strada alla band che avrebbe rivoluzionato la storia della musica: era il 10 marzo 1967.

Di tutta la musica. La storia di Arnold Layne è tutta nelle parole di Nick Mason, riportate da ‘Il fiume infinito’, l’opera dei Lunatics sulle canzoni della band britannica: Arnold Layne fu “la nostra prima vera seduta di registrazione”, il racconto di allora, nostalgico, di Nick Mason. “Eravamo già stati in uno studio e avevamo familiarità con le operazioni di incisione ma il fatto di avere un produttore vero e proprio cambiava tutto”.

17191172_10154381487732308_8604984182690555107_n

Il brano, scritto da Syd Barrett, racconta la storia di un travestito che si aggirava per Cambridge rubando indumenti femminili. “Sia mia madre che quella di Syd affittavano una stanza ad alcune studentesse, perché c’era un college femminile in fondo alla strada-il ricordo di Roger Waters, riportato da ‘Il fiume infinito- per cui c’erano sempre lunghe file di reggiseni e mutandine lungo gli stendibiancheria fuori dai balconi. Capitava che Arnold, o chiunque fosse, ne acchiappasse alcuni. Non l’hanno mai preso“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *