Concerto annullato a Tel Aviv, Roger Waters si complimenta con Lorde

Prima tre parole: “Tanto di cappello”, poi con un messaggio accorato. Così Roger Waters si è voluto complimentare con Lorde, la 21enne popstar neozelandese che il 5 giugno del 2018 avrebbe dovuto cantare a Tel Aviv, portando così le nuove canzoni dell’ultimo album, ‘Melodrama’, pubblicato nel 2017, ma che ha scelto di annullare il concerto.

Nella settimana successiva all’annuncio della data, infatti, l’artista ha rivelato di essersi subito trovata a confrontarsi con le critiche dei militanti del suo paese e internazionali, favorevoli al boicottaggio israeliano. “Ho ricevuto un numero enorme di messaggi e di lettere  e credo che la decisione migliore, ad oggi, sia quella di annullare il concerto– si legge in una nota diffusa a proposito della cancellazione della tappa israeliana- Sono veramente dispiaciuta, spero un giorno che potremo tutti ballare”, ha detto rivolta ai suoi fans.

Una scelta, questa, che ha ‘spinto’ Waters a tornare a scrivere sui social, come non faceva da tempo: “Tanto di cappello”, ha così commentato, con una foto dell’artista neozelandese in appoggio. Il Natale 2017, ha scritto Waters in un messaggio indirizzato alla giovane collega, sarà ricordato per il “sostegno ai palestinesi. “Grazie per aver acceso una luce sulla loro disperata situazione. Con grande rispetto, Roger Waters”.

LORDE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *