Led Zeppelin, 72 candeline per John Paul Jones: Happy Birtday!

Eppure, “non volevamo conquistare il mondo”. Eppure, le mani sul mondo dell’hard rock le hanno messe eccome. E grazie anche all’apporto di quel grande bassista che è John Baldwin, meglio noto come John Paul Jones, nato a Sidcup il 3 gennaio 1946 e uno dei membri dei Led Zeppelin con Robert Plant, Jimmy Page e John ‘Bonzo’ Bonham.

 

John, che oggi festeggia 72 anni, conobbe Jimmy Page durante la registrazione dell’album di debutto di Jeff Beck, Truth. In seguito il chitarrista prese proprio il posto di Beck come chitarra solista negli Yardbirds; con il loro scioglimento nel 1968, Page volle riformare il gruppo con il nome di New Yardbirds, in cui in un secondo momento entrarono il giovane cantante Robert Plant e il batterista John Bonham. Jones si propose per il ruolo di bassista della band e, riconosciute le sue indubbie qualità, fu accolto nella formazione di quelli che sarebbero divenuti i Led Zeppelin.

“Ci mettemmo insieme ognuno per ragioni diverse- ha raccontato una volta John- Io volevo abbandonare il mio lavoro di studio, Bonzo non voleva lasciare Tim Rose, Robert vedeva il passaggio nel gruppo come una sorta di sviluppo naturale. E Jimmy voleva mettere su una band già quando era agli Yardbirds”. Così, “quando ci mettemmo insieme la parola d’ordine fu ‘E’ una bella cosa, che ci impoorta quanto dura?’. Questo, perché non avevamo piano di lunga durata”. Infatti, in questo 2018 i Led Zeppelin celebrano i loro 50 anni.

 

Nei capolavori dei Led Zeppelin, restano indimenticabili giri di basso come in What Is and What Should Never BeThe Lemon Song e Ramble OnNel resto della carriera con i Led Zeppelin invece mostrò le sue qualità di poliedrico musicista soprattutto in Houses of the Holy, che lo vide al synth oltre che al basso. Dopo lo scioglimento del 1980 degli Zep, John, escluse sporadiche reunion, ha collaborato con artisti straordinari come Diamanda Galas,  Robert Fripp, R.E.M., Heart, Ben E. King, Paul McCartney, Peter Gabriel, Foo Fighters

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *