Algie su Battersea, un volo 'accidentale' nella storia dei PINK FLOYD

Londra, 3 dicembre del 1976, riva sud del Tamigi. Una data apparentemente anonima, ma non un giorno qualsiasi nella storia dei Pink Floyd. Fu proprio quel giorno, nei pressi della centrale elettrica di Battersea, alimentata a carbone, che nacque una delle copertine più famose della storia della musica, quella di ‘Animals’, decimo disco in studio, terzo concept album arrivato sull’onda di successi incredibili come Dark Side Of The Moon e Wish You Were Here, pubblicato in Gran Bretagna il 23 gennaio 1977.

Fu Waters, che abitava in zona, a scegliere la centrale per la copertina, decidendo anche per il grosso pallone a forma di maiale che doveva volare tra le ciminiere, disegnato dall’artista australiano Jeffrey Shaw, soprannominato Algie. Dopo un primo (vano) tentativo del 2 dicembre, riuscirono a gonfiarlo il giorno dopo e a farlo finalmente volare. Ma mentre tutti erano pronti a riprendere la scena, l’incidente: il ‘maiale’ si staccò dalla catena e volò via. Si disse che addirittura passò le rotte degli aerei diretti ad Heatrow, mentre tutti i voli in partenza dall’aeroporto vennero cancellati. Dopo appelli e tentativi di rintracciarlo, la sera telefonò un uomo chiedendo “siete voi che cercate un maiale? È nei miei campi che spaventa le mucche”. Era addirittura finito nel Kent, a sud est di Londra. Così Algie venne recuperata, il maiale fu rigonfiato e fu pure richiamato un cecchino per sparare al maiale nel caso di un simile incidente. Il cielo non fu bello come il giorno prima e si decise di usare una delle foto scattate il primo giorno, con l’aggiunta del maiale. Ma Animals è in qualche modo anche legato ad un altro momento decisamente importante per i Pink Floyd, nello specifico per Roger Waters.

 

Era il 6 luglio del 1977, Pink erano in tour per portare in giro per il mondo proprio Animals. In quel momento erano in Canada, allo stadio Olimpico di Montreal. “Era la fine del tour- il ricordo di Waters- e c’era un fan che voleva fare casino, che spingeva contro le transenne, stava gridando e urlando mentre io volevo solo poter fare uno spettacolo di rock”. Ricorda Waters: “Appena mi arrivo’ a tiro, gli sputai in faccia. Sono rimasto disgustato da me stesso“. Dopo l’incidente, l’idea del “muro tra noi e il pubblico” ed è per questo che The Wall “ha preso forma”. ‘Animals’, che si ispira alla Fattoria degli animali di George Orwell, contiene 5 tracce: Pigs On The Wing 1 e 2 aprono e chiudono l’album, mentre in mezzo ci sono pezzi come la suite Dogs, Pigs (Three Different Ones) e la straordinaria Sheep aperta da una introduzione incredibile di Richard Wright.

Queste le tracce di Animals:

Pigs On The Wing 1

Dogs

Pigs (Three Different Ones)

Sheep

Pigs On The Wing 2

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *