Tra Blur e Gorillaz: i primi 50 anni di Damon Albarn

L’etichetta di musicista tra i più eclettici in circolazione evidentemente è più che azzeccata. Damon Albarn, cantante e musicista britannico, festeggia oggi, 23 marzo del 1968,  50 anni.

Diviso tra i Blur e i Gorillaz, tra il britpop, che gli ha fatto raggiungere la fama vera, e le sonorità del rap e dell’hip-hop, già da piccolo ha avuto la passione per la musica.  Nel 1987 si trasferisce a Londra e qui inizia a comporre e incidere musica e tempo un anno conobbe colui che sarebbe diventato il bassista dei Blur, Alex James.

Con gli Oasis dei fratelli Gallagher da una parte, dall’altra Albarn diventa una delle icone proprio del britpop. E così nel 1996, appare nella colonna sonora del film Trainspotting sia come membro dei Blur, sia con un brano strumentale pubblicato a suo nome, Closet Romantic.

Con i Gorillaz incide Clint Eastwood, un singolo che ottiene un grande successo, estratto dal primo album in studio Gorillaz e pubblicato nel marzo 2001. Clint Eastwood è un mix di musica elettronica e rock con campionamenti dalla musica di classici del western come Il buono, il brutto, il cattivo (che aveva per protagonista l’attore Clint Eastwood). Il testo è rappato da Del tha Funkee Homosapien, mostrato come un fantasma blu nel video, mentre il ritornello è cantato da Damon Albarn sotto le vesti di 2D.

Oltre a portare avanti il progetto Gorillaz, Albarn ha inciso musica anche a proprio nome. Nel 2002 ha pubblicato Mali Music, un album basato sulle registrazioni risalenti alla sua visita in Mali, e nel dicembre 2003 ha Democrazy, sempre come solista. Nel 2005 i Gorillaz hanno pubblicato il loro secondo album, Demon Days.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *