STROMAE torna con Défiler, un brano sull’alienazione

A cinque anni dal suo ultimo album ‘Racine carrée’, il cantautore belga Stromae torna sulle scene musicali.

Proprio stamattina è stato rilasciato il singolo ‘Défiler‘, accompagnato da un videoclip pubblicato sul canale Youtube Vevo del cantante.

Si tratta di un brano della durata di ben nove minuti, avente per videoclip le riprese della sfilata di moda organizzata a Parigi dalla Mosaert, la casa di moda creata dall’artista, per presentare la sua nuova collezione ‘Capsule n.5’.

Il testo così come il videoclip della canzone, è in perfetto stile Stromae, che non è nuovo nel cantare di tematiche come l’alienazione, l’emarginazione sociale e la dipendenza dai social network.“Lei sfila noi vediamo le nostre vite scorrere sul filo, vediamo gli anni filare e cerchiamo di tessere dritto e non possiamo riavvolgere tutti quei nodi nelle nostre vite se potessimo dipanarli, allora ditemi come funziona”, canta nella prima strofa.

E ancora: “La testa nel suo telefono, senza auricolari, si potrebbe pensare che sia pazza. Senza Google, si potrebbe pensare che sia stupida. Senza filtri, si potrebbe pensare che è buona. E’ troppo facile giudicare, è troppo facile giudicare se il suo obiettivo nella vita è assomigliare a Gigi, ma senza chirurgia è più Gegé che Gigi. Se la scuola ci insegnasse a fare dei bei selfie per iniziare ingranare nella vita”.

E nelle ultime strofe il cantautore incalza: “Ciò che conta è quello che abbiamo nel cuore e quello che c’è nel conto. I soldi non fanno la felicità non servono solo a fabbricare bombe. Essere belle quando ci sono i soldi è più facile vero? I soldi distruggono le persone e le rendono belle allo stesso tempo, è affascinante non siamo tutti uguali di fronte alla bellezza, è così facile essere alti quando le vediamo sfilare. Piccolo, prima di iniziare un lavoro bisogna prima imparare a ritoccare la foto sul cv”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *