‘Scream For Me Sarajevo’ di DICKINSON diventa un documentario

‘Non eravamo protetti, non c’era un piano e le pallottole erano vere, ma fanculo, siamo andati lo stesso’, le parole sono quelle di Bruce Dickinson, leggendario frontman degli Iron Maiden e tra i più iconici cantanti e autori di sempre. Il riferimento è al live del 1994 in una Sarajevo sotto assedio, lo storico concerto a cui è dedicato un intero capitolo dell’autobiografia di Dickinson, A cosa serve questo pulsante? e da cui prende vita il documentario Scream For Me Sarajevo, raccontato dallo stesso Dickinson.

Il film, prodotto da Eagle-Rock, sarà proiettato in alcune delle sale del circuito The Space Cinema il prossimo 16 maggio, in versione originale e sottotitolato in italiano, con un’esclusiva intervista di 30’ al cantante.

È lo stesso Dickinson a raccontare il coraggio di sfidare gli orrori della guerra, e le storie dei musicisti che hanno rischiato la vita per suonare uno spettacolo per queste persone.

Oltre alle clip tratte dal live del 1994, alle interviste alla band e alle testimonianze dell’intero staff, Scream For Me Sarajevo incontra anche le esperienze di coloro che sono arrivati allo show e hanno reso possibile lo spettacolo, un concerto “immenso, intenso e probabilmente il più grande spettacolo al mondo in quel momento per il pubblico e anche per noicontinua Dickinson nel capitolo dell’autobiografia, intitolato Alla braceUn evento di cui il mondo conosceva l’importanza in quel momento, ma che ha cambiato il modo in cui vedevo la vita, la morte e gli altri esseri umani.

Il film documentario sarà proiettato nelle sale The Space Cinema di Cerro Maggiore (MI), Limena (PD), Pradamano (UD), Roma – Parco de’ Medici (RM), Silea (TV), Vimercate (MB), Milano – Odeon (MI), Beinasco (TO), Firenze, Trieste e Bologna.

L’autobiografia di Bruce Dickinson, A cosa serve questo pulsante?, è edita da HarperCollins e ripercorre la vita di un personaggio che, oltre a essere il leader di una delle band più influenti della storia del rock è anche pilota di linea per una compagnia aerea, imprenditore, speaker motivazionale, produttore di birra, scrittore, deejay radiofonico, sceneggiatore per il cinema e anche campione di scherma a livello internazionale.

Oltre 400 pagine per le imprese esplosive della sua eccentrica infanzia inglese, il folgorante successo con gli Iron Maiden, la sua filosofia della scherma e l’esaltante esperienza come pilota di boeing, fino ad arrivare alla recente lotta contro il cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *