Stile unico, voce inconfondibile: Buon Compleanno Enya

Ottanta milioni di dischi venduti. Eppure neanche un tour fatto. Enya, pseudonimo di Eithne Pádraigín Ní Bhraonáin, festeggia oggi, 17 maggio, 57 anni. 
   Nata a Gaoth Dobhair, nella provincia dell’Ulster, il 17 maggio 1961, dietro alla sua figura musicale, ruota in realtà un trio composto dalla cantante stessa, che compone le musiche, suona e canta, Nicky Ryan, produttore e arrangiatore, e Roma Ryan, che scrive i testi in diverse lingue. Enya è una approssimazione fonetica derivata dalla pronuncia in lingua gaelica irlandese del vero nome della cantante, Eithne (ˈɛnʲə); il nome completo in gaelico, Eithne Pádraigín Ní Bhraonáin, corrisponde all’inglese Enya O’ Brennan, ovvero Figlia di Brennan.

 
Nel corso della sua carriera, Enya ha venduto più di 80 milioni di album ed è la cantante solista irlandese ad aver riscosso più successo nel mondo, nonché il fenomeno musicale più importante del suo paese dopo gli U2. Per via della sua personalità molto riservata, l’artista ha sempre condotto una vita lontana dai riflettori e, pur non avendo mai fatto un tour, risulta essere la cantante femminile più ricca in Irlanda e Regno Unito. Tra i numerosi premi e riconoscimenti da lei ricevuti spiccano quattro Grammy Awards, sei World Music Awards, due lauree honoris causa e una nomination al Premio Oscar e al Golden Globe.

   Lo stile musicale di Enya è un malinconico ed evanescente folk irlandese correlato alla world music. Ma ciò che rende particolare il suo stile sono le numerose sperimentazioni sulla voce: fu infatti il suo produttore Nicky Ryan ad avere l’intuizione sulle cosiddette Multivocals, ed individuò nel timbro lieve ma allo stesso tempo potente di Enya il mezzo più adatto per creare i grandi muri sonori corali che l’avrebbero portata al successo in tutto il mondo. Questo particolare uso dell’overdub conferisce ai brani un sound caratteristico e inconfondibile: per ottenere questo risultato è necessario sovrapporre la voce della cantante anche 500 volte. L’altra grande innovazione da riconoscere ad Enya ed al suo team sono senz’altro gli arrangiamenti: tutti gli strumenti sono suonati da Enya, tipicamente alla tastiera elettronica, con una maestria tale che le permette di fondere in maniera unica la musica tradizionale irlandese con la musica classica o addirittura la musica pop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *