Giradischi ‘mon amour’: 167 candeline per il suo inventore Emile Berliner

Oggi sta tornando di moda, dopo tantissimo tempo è come se avesse risposto con un ‘contro soprasso’ alla ‘prepotenza’ dei cd. Ormai dei vinili son pieni i negozi di musica, le edicole, le fiere dedicate. Nonostante la qualità della musica, nonostante l’assenza del fantomatico ‘fruscìo’, nonostante la migliore fruibilità (un cd è nettamente più piccolo), l’appassionato di musica in genere sta riscoprendo il vinile, quindi l’uso del giradischi.

 

                                                                          (nella foto Emile Berliner)

E se oggi possiamo scegliere tra il moderno lettore cd e il vecchio romantico giradischi, dobbiamo sicuramente dire grazie a Emile Berliner. E no, non stiamo parlando di un cantante o di un produttore. No.

 

Semplicemente, Emile Berliner è un inventore tedesco, naturalizzato statunitense, che ha inventato il giradischi (o grammofono) nel 1887  e il disco fonografico, introdotto nel 1889. Divenne famoso per aver reso praticabile il disco al posto del cilindro nei sistemi di riproduzione del suono del periodo, sviluppando l’idea di Charles Cros nel 1888.

 

 

Emile è nato ad Hannover 167 anni fa, il 20 maggio 1851 ed è morto a Washington, 3 agosto 1929. Dal 1861 al 1865 frequentò la Samson-Schule a Wolfenbüttel e conseguì una istruzione come venditore e lavorò presso una stamperia e poi una vendita di cravatte, quindi un mondo completamente distante da quello della musica.

Nel 1870 si trasferì negli USA, durante la guerra franco-prussiana. Si stabilì da un amico di suo padre, Nathan Gotthelf, presso Washington e lavorò tre anni nella sua società Gotthelf, Behrend and Co. Si spostò a New York, dove si arrangiò con lavoretti, e nel 1875 divenne pulitore di bottiglie presso la Constantin Fahlberg. Studiò presso il Cooper Institute (Cooper Union). Creò un laboratorio casalingo nella sua abitazione e sperimentò apparecchi elettrici.
    Tra le su prime creazioni vi fu il microfono per l’apparato telefonico di Graham Bell. Nel 1877 vendette l’invenzione per 50.000 US-$ alla Bell Telephon Company. Questo denaro gli permise di allestire un laboratorio attrezzato.[4] Più tardi visse in Gran Bretagna, Canada e Germania.
Emil Berliner fece una serie di invenzioni. Diversi brevetti depositati negli USA, come ad esempio quello del 4 settembre 1883 riguardante un tipo di parquet. Tra il 1907 e il 1926 Berliner assieme a John Newton Williams e più tardi con il figlio Henry Berliner lavorarono all’elicottero oggi noto come girocottero.
 
Negli ultimi anni di attività si dedicò all’aviazione nel campo del volo verticale, in particolare l’autogiro. È sepolto a Washington nel cimitero di Rock Creek.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *