54 candeline per Lenny Kravitz, artista con mille sfaccettature

Un artista con mille sfaccettature, polistrumentista, attore, cantante. E 54 anni anni portati incredibilmente bene.

Compie gli anni oggi, 26 maggio, Leonard Albert “Lenny” Kravitz, essendo nato a New York il 26 maggio 1964. Nella sua musica si ispira ad artisti come John Lennon, Jimi Hendrix e oltre a cantare, suona anche chitarra, basso elettrico, batteria, pianoforte, armonica a bocca e sitar per ognuna delle sue canzoni.

Trasferitosi in California, giovanissimo Kravitz iniziò ad appassionarsi di musica e da subito iniziò a suonare il basso, il pianoforte, la chitarra e la batteria, e cominciò a cantare per il California Boys Choir e per la Metropolitan Opera.
Dopo essersi diplomato alla Beverly Hills High School, nel 1983 cominciò ad incidere dischi in proprio, con il nome d’arte di Romeo Blue. All’epoca si ispirava molto a Prince e agli Sly Stone, ma anche a musicisti jazz quali Duke Ellington, Sarah Vaughan, Count Basie, Ella Fitzgerald, Bobby Short e Miles Davis, a cui i suoi stessi genitori erano molto legati.
 
Alla fine degli anni ottanta, Kravitz ritornò a New York per intraprendere una carriera musicale vera e propria. Si trovò a dividere casa con Lisa Bonet, un’interprete di The Cosby Show. I due si sposarono il 16 novembre 1987, e dalla loro unione nacque un anno dopo una figlia, Zoe Isabella. In quel periodo, il pop rocker newyorkese cominciò ad ascoltare anche Jimi Hendrix, i Beatles, i Led Zeppelin, Stevie Wonder, Curtis Mayfield e Bob Marley. Questi sarebbero diventati altri suoi ispiratori, al fianco degli Sly Stone e di Prince. 
Dopo l’esordio nel 1989, nel 1993 centra il singolo che gli regala un grande successo, Are You Gonna Go My Way, che raggiunse il numero 12 di Billboard. Grazie al suo terzo album, Kravitz vinse un anno dopo un BRIT Award come miglior artista maschile. Il video della title track, diretto da Mark Romanek, fu premiato agli MTV Video Music Awards. Altri singoli estratti dall’album furono Believe, Is There Any Love in Your Heart, Heaven Help e Spinning Around over You. Dopo aver reinterpretato Deuce dei Kiss per un tribute album, Kravitz pubblicò nel 1995 Circus, arrivato al numero 10 di Billboard e trainato da Rock & Roll Is Dead e Can’t Get You Off My Mind.
Nel 2000 esce il suo primo Greatest Hits, contenente anche l’inedita Again (premiata l’anno successivo con un Grammy). Nell’ottobre del 2001 Kravitz pubblicò il suo sesto album, Lenny. Raggiunse il 12º posto su Billboard e il nono in Canada. I suoi singoli sono Dig In (anch’esso vincitore di un Grammy nel 2002), Stillness of Heart, Believe in Me e If I Could Fall In Love.
L’11 maggio 2018 annuncia l’album Rise Vibration, l’undicesimo album in studio che verrà pubblicato il 7 settembre 2018.
Tanti i primi e i riconoscimenti ottenuti in carriera:
MTV Video Music Awards
1993 – Best Male Video (“Are You Gonna Go My Way”)
Brit Awards
1994 – Best Male Artist
VH1/Vogue Fashion Awards
1998 – Most Fashionable Artist, Male Award
Grammy Awards
1998 – Best Male Rock Vocal Performance (“Fly Away”)
1999 – Best Male Rock Vocal Performance (“American Woman”)
2000 – Best Male Rock Vocal Performance (“Again”)
2001 – Best Male Rock Vocal Performance (“Dig In”)
Radio Music Awards
2001 – Artist of the Year/Pop Alternative Radio
My VH1 Awards
2001 – Favorite Male Artist
Blockbuster Entertainment Awards
2001 – Favorite Male Artist – Rock
American Music Awards
2002 – Favorite Pop/Rock Male Artist
Microsoft Windows Media Innovation Awards
2002 – Microsoft Windows Media Innovation Award

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *