ELIO E LE STORIE TESE: l’ultimo concerto al COLLISIONI FESTIVAL

Il 29 giugno gli Elio e le Storie Tese, la band musicalmente più eterogenea, sicuramente la più imprevedibile della storia della musica italiana, riuniscono per un esplosivo ultimo concerto gli artisti più inaspettati sul palco del Collisioni Festival di Barolo.

L’ultimo grande show prima dello scioglimento rispecchierà l’anima della band: sul palco da Piero Pelù a Geppi Cucciari, da Cristina D’Avena a Maccio Capatonda; torna straordinariamente live Rocco Tanica e verranno annunciati anche tanti altri comici, attori e artisti stimati, che daranno vita insieme a Elio e le Storie Tese alla più grande festa mai concepita dal complessino italiano!

Quest’anno Collisioni compie 10 anni e decide di aprire questa importante edizione proprio con l’ultima data del Tour d’Addio di Elio e le Storie Tese che sarà indimenticabile, perché la band lascerà i fan non solo con un ultimo concerto memorabile ma con un intero weekend dedicato.

Venerdì 29 giugno alle ore 21.00 la band salirà sul palco per vivere insieme ai fan uno dei momenti più significativi di una carriera lunga 38 anni di successi: da “Cara ti amo” a “Cateto”, da “La terra dei cachi” a “Shpalman”, da “Luigi il pugilista” all’ultimo “Il circo discutibile”, porterà sul palco tutti i grandi brani che hanno segnato la storia dell’Italia, che abbiamo cantato a squarciagola, che ci hanno fatto ridere a crepapelle e urlare ‘al genio’.
Sabato 30 giugno Elio e le Storie Tese saranno invitati sul palco centrale di Letteratura del Festival per un’ultima chiacchierata, nella cornice di un weekend fatto di incontri, concerti e degustazioni gratuite di Barolo e dei migliori prodotti wine and food italiani. 

Collisioni è il festival agrirock di letteratura e musica con concerti, incontri e dibattiti nelle varie piazzette dell’antico borgo di Barolo patrimonio dell’Unesco. Nel cartellone 2018 c’è già un grande cast di artisti internazionali, dall’unica data italiana dei Depeche Mode, a Steven Tyler, Lenny Kravitz, Max Nek e Renga e Caparezza. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *