Jazz, auguri al 73enne polistrumentista Anthony Braxton

Compie 73 anni Anthony Braxton, compositore e polistrumentista statunitense, musicista di jazz ma non solo.

Nato a Chicago il 4 giugno 1945, inizia a studiare il sassofono molto presto. Tra i suoi lavori figurano anche composizioni per orchestra e perfino opere. Come strumentista, oltre a suonare il pianoforte, ha utilizzato l’intera gamma dei sassofoni (dal sopranino al contrabbasso) e dei clarinetti, oltre al flauto e a vari strumenti a percussione.

Nel 1967, dopo aver iniziato a tirare su proprie formazioni a organico variabile con, tra gli altri, Leroy Jenkins, Thurman Barker e Leo Smith, sotto l’ala protettiva di Muhal Richard Abrams che lo vuole al suo fianco per la registrazione del suo Levels and Degrees of Light, entra per la prima volta in sala d’incisione. Nel marzo del 1968 Braxton è pronto per registrare il primo album a proprio nome: il seminale e programmatico, fin dal titolo, Three Compositions Of New Jazz, insieme ai fidati Leroy Jenkins e Leo Smith.

Dopo un periodo vissuto a Parigi, poco dopo il rientro negli Usa, Braxton entra in contatto con Chick Corea (piano), assieme al quale – più Dave Holland (contrabbasso) e Barry Altschul (batteria) – forma il gruppo “Circle”. Il quartetto ha vita breve, nonostante i numerosi ingaggi negli USA e in Europa, ma Braxton ha comunque modo di farsi ulteriormente ascoltare e conoscere e può, nel frattempo, continuare ad esibirsi in solo. Se Corea lascia il quartetto per più remunerativi approdi, Holland e Altschul rimangono fedeli a Braxton e costituiranno la base dei suoi più importanti gruppi degli anni seguenti.

 

 

 

Braxton ha collaborato con decine di musicisti, tra cui Derek Bailey, Evan Parker, Globe Unity Orchestra, Max Roach, Mal Waldron, Dave Douglas, Ornette Coleman, Dave Brubeck, Lee Konitz, Peter Brötzmann, Willem Breuker, Muhal Richard Abrams, Steve Lacy, Roscoe Mitchell, Pat Metheny, Frederic Rzewski, Ursula Oppens.
 
Dal 1995 le composizioni e le esibizioni di Braxton riguardano interamente quella che egli chiama “Ghost Trance Music”.
 
Braxton ha studiato filosofia alla Roosevelt University. Dopo avere insegnato al Mills College è ora professore di musica alla Wesleyan University di Middletown (Connecticut) per le cattedre di composizione, storia della musica e improvvisazione.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *