FIM 2018, il successo della Fiera della Musica: concerti, incontri, laboratori

Grande soddisfazione per il successo della VI Edizione di FIM 2018 – Fiera della Musica, terminata domenica 3 giugno dopo quattro intensissime giornate in Piazza Città di Lombardia. Oltre 16.000 presenze in quattro giorni per un evento che, nella nuova location di una delle più grandi piazze coperte d’Europa, ha confermato la propria originalità. FIM 2018 infatti ha messo in rete il mondo del fare musica con un progetto riqualificante e concreto: quattro giorni densissimi di eventi che hanno fatto sistema includendo tutte le componenti del mercato della musica (didattica, strumenti, discografia, concerti, media, showcase degli artisti ecc.) che hanno visto nel FIM una possibilità di riqualificazione del fare musica, a partire dalla formazione musicale, unica possibilità di sviluppo di un mercato ancora in difficoltà.

FIM Fiera 2018 Educational

Questa VI Edizione ha sottolineato le peculiarità dell’iniziativa, che si conferma fiera di contenuti, di progettualità e soprattutto rete di collaborazioni. In particolare FIM 2018 ha impostato i suoi quattro giorni su un doppio binario: quello educational per le scuole medie e superiori, quello della musica di qualità suonata dal vivo. Per quanto riguarda il primo versante, fiore all’occhiello di FIM 2018, la manifestazione ha accolto oltre 2.000 ragazzi che hanno partecipato ai vari laboratori per loro organizzati: pensiamo a quelli curati da Franco Mussida, Cesareo, Christian Meyer e Mario Guarini, a quelli con Paola Bertassi sulla voce, Irene Cavazzoni Pederzini sulla musica per i videogames, Rock History sulla divulgazione storica del rock, alla collaborazione laboratoriale con realtà affermate quali CPMAccademia del SuonoMondomusicaIED di Milano, SpotlightRolandNative Instruments e numerose altre. Il progetto FIM Educational, coordinato da Giovanni La Grotteria, è riuscito con successo: nell’Auditorium Testori – FIM Theater si sono infatti esibite numerose giovani orchestre provenienti da tutta Italia (programma FIM Showcase & Youth Orchestras). FIM 2018 è stata la dimostrazione tangibile di un impegno a favore dei professionisti del futuro: per i ragazzi è stata un’occasione di incontro con la musica dal vivo, con la possibilità di provare strumenti musicali, partecipare a workshop e suonare in pubblico, in un ambiente naturalmente aperto e disponibile al confronto tra esperienze, professionalità ed esigenze artistiche.

Per quanto riguarda i concerti, Casa FIM e FIM Theater si sono dimostrati i luoghi perfetti per far combaciare le conversazioni con gli artisti e il concerto. CASA FIM è stato il collettore di tutti i contenuti del FIM e ha accolto – con la conduzione di Giulia IannelloPiero Chianura e Jocelyn, ancora una volta tutor di Casa FIM – nomi del calibro di Paolo JannacciMirkoeilcaneMauro Di DomenicoOmar PedriniChristian MeyerCesareoRigo RighettiSaturninoBebo FerraDavide TagliapietraDanilo MadoniaFabrizio PoggiAmedeo BianchiMario Guarini, a sorpresa Carlo MarraleRolando Giambelli con la sua serata “Un disco lungo 70 anni” dedicata ai 70 anni del 33 giri e molti altri. Nella stessa Casa FIM si sono conclusi i contest It’s Your Time DJ, organizzato in collaborazione con Pioneer DJ, vinto da Mike37VIC – Videoclip Italia Contest vinto dagli Stanley RubikP.A.E. – Premio Autori Emergenti vinto da StonaFIM Rock Contest vinto dalle tre band emergenti KepleroOpra Mediterranea e Danime. Il FIM Theater (Auditorium Testori) è stato invece il luogo delle performance inaugurato con il concerto a cura del Conservatorio Verdi di Milano, che ha accolto la serata “Prog On” capitanata dagli svedesi Anekdoten, ma anche nomi storici come i Trip di Pino Sinnone. È qui che Antonella Ruggiero è stata protagonista di un concerto esclusivo per FIM, con Andrea Bacchetti e l’Orchestra ClassicaViva diretta da Stefano Ligoratti con gli arrangiamenti di Stefano Barzan, per festeggiare i 20 anni di Tranquilo.

“L’obiettivo del FIM è buttare alle spalle la crisi della musica in Italia e investire finalmente nella cultura dei professionisti di domani – dice Verdiano Vera, ideatore e direttore del FIM – per gli organizzatori, gli espositori, i partner tecnici, giornalistici e organizzativi, i musicisti coinvolti, il bilancio è ampiamente positivo. Tutti gli eventi sono stati amplificati dagli oltre venti mediapartner che hanno dato costante risonanza mediatica a FIM, grazie a una diretta streaming completa e ininterrotta. FIM 2018 si è presentato dunque come luogo ideale e reale di dialogo, come spazio condiviso di riflessione operativa sul fare musica oggi”.

FIM dà appuntamento alla VII Edizione, che si terrà nuovamente in Piazza Città di Lombardia a Milano dal 16 al 19 maggio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *