Si chiude il tour di Vasco, sul palco torna pure il ‘Gallo’

Si chiude il tour di Vasco, sul palco sale pure il Gallo. E’ infatti questa la notizia in occasione del concerto che il rocker emiliano terrà a Messina, in chiusura del tour ‘Vasco Nonstoplive’ 2018, in programma stasera, 21 giugno.

Vasco, con un post sulla sua pagina Facebook, ha annunciato il rientro del suo storico bassista, Claudio ‘Gallo’ Golinelli, fermato alla vigilia della data zero del tour da un malore a Legnano Sabbiadoro che lo ha costretto ad un ricovero all’ospedale di Udine. Per questo, al suo posto è stato chiamato Andrea Torresani, 36enne bassista milanese, con all’attivo collaborazioni con artisti quali Franco Battiato, Giusy Ferreri, Nina Zilli, Elisa, Tiziano Ferro, Eros Ramazzotti.

Intanto le condizioni di salute del Gallo sono decisamente migliorate, durante il tour lo abbiamo visto rassicurare i propri fan e quelli di Vasco con dei post sui social scrivendo di essere “ancora qua, eh già”.

Nel frattempo Vasco ha, come prevedibile, riempito lo stadio di Torino, l’Olimpico di Roma, Padova, Bari. E ora il turno di Messina, che chiude il tour 2018 di Vasco.

E qui il Gallo, anche se non completamente in forma, tornerà finalmente sul palco, anche se non per l’intera durata del concerto. Come spiega Vasco in un post su Facebook, infatti, suonerà solo in una canzone, e che canzone: ‘Siamo solo noi’, traccia dell’omonimo album, il quarto di Vasco, caratterizzata ad un inconfondibile attacco di basso del Gallo.

Ecco il post di Vasco sui social: “Il Gallo, ancora convalescente sarà sul palco per una ospitata in ‘Siamo Solo Noi’ x la chiusura del concerto a MESSINA !! E tutto torna..! Evvivaa 🤟🏻!!”.  Sono 40mila intanto i fan attesi allo stadio ‘Franco Scoglio’ per assistere al concerto di chiusura di Vasco, molti sono segnalati con la tenda fuori dall’impianto.  Molti inoltre sono arrivati dalle altre città siciliane, Catania, Ragusa e Siracusa soprattutto; ma anche da oltre lo Stretto, dalla Calabria in particolare. Non mancano i fan sfegatati arrivati anche dal Nord.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *