Nove anni senza Jacko, nel 2009 l’addio a Michael Jackson

Il tempo passa ma il ricordo resta intatto. Sono passati ben nove anni dalla scomparsa di Michael Jackson, una morte improvvisa che gettò nello sconforto milioni di fan in tutto il mondo.
   Era il 25 giugno del 2009 mentre si trovava nella sua casa di Holmby Hills a Los Angeles, ‘Jacko’ morì in seguito a un attacco cardiaco provocato da un’intossicazione da propofol, a meno di tre settimane dall’inizio dei suoi concerti a Londra. La morte di Jackson è stata definita “l’evento mediatico più grande di sempre” e molti siti internet andarono in crash sotto il peso delle continue ricerche riguardanti la morte dell’artista. La cerimonia funebre pubblica tenutasi il 7 luglio allo Staples Center venne seguita da un’audience stimata tra i 2,5 e i 3 miliardi di persone in tutto il mondo, rendendola la trasmissione televisiva e l’evento in streaming-on line più visto della storia. Il re del pop era nato a Gary il 29 agosto 1958. Considerato il re del pop è divenuto una figura eminente nella cultura popolare per 45 anni, grazie al suo contributo nella musica, nella danza e nello spettacolo.
   A sei anni era già sul palco, mentre i “Jackson Five”, un singolo dopo l’altro inanellavano successi. Quindi la carriera da solista e la vetta raggiunta con “Thriller”, l’album che, la Recording Industry Association of America, ha riconosciuto come il più venduto di sempre nella storia della musica, avendo superato i 100 milioni di copie certificate vendute di cui 33 milioni nei soli Stati Uniti, rendendolo l’album più venduto e più certificato del paese. Il video di questo singolo è stato il primo a mettere insieme la musica con una vera e propria sceneggiatura filmica e una coreografia.
   È uno dei pochi artisti a essere stato inserito per due volte nella Rock and Roll Hall of Fame; è stato inoltre inserito nella Songwriters Hall of Fame e nella Dance Hall of Fame, unico ballerino proveniente dal mondo pop e rock. Jackson ha vinto centinaia di premi, che fanno di lui l’artista più premiato nella storia della musica popolare. Tra questi, oltre a 40 Guinness World Record, figurano 15 Grammy Award, 40 Billboard Awards, 26 American Music Awards, 16 World Music Awards e 13 singoli al numero uno negli Stati Uniti durante la sua carriera da solista, più di ogni altro artista maschile.
   Jackson è riconosciuto come l’artista con il maggior successo commerciale di tutti i tempi dal Guinness dei primati. La vendita stimata di tutti i suoi album, dischi e singoli si aggira complessivamente intorno a un miliardo di dischi venduti in tutto il mondo, il che lo rende l’artista che ha venduto di più nella storia della musica. I suoi altri progetti discografici, tra cui Off the Wall, Bad, Dangerous e HIStory sono anch’essi catalogati tra gli album più venduti nel mondo mentre Blood on the Dance Floor è catalogato come l’album di remix più venduto nel mondo.

 
Nel 1997 un sondaggio popolare lo ha decretato come “uomo più famoso del pianeta” mentre nel 2006 il Guinness lo ha dichiarato “indubbiamente il più famoso essere umano vivente”. Nel 2000, il Guinness dei primati riconosce a Jackson il supporto di 39 diverse associazioni di beneficenza, più di qualunque altro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *