Auguri Gilberto Gil, 76 candeline per il leggendario ‘tropicalista’

Ad un passo dagli 80 anni. E non sentirli. Compie oggi, 26 giugno 2018, 76 anni Gilberto Passos Gil Moreira uno dei più importanti e noti musicisti brasiliani.

 

 

 

Nato a Salvador il 26 giugno del 1942, Gil è un “tropicalista” che suona un samba postmoderno aggiornato con rock reggae e influenze africane (Bahia è la regione più nera del Brasile, patria di samba e religioni sincretiche afro-brasiliane, come il Candomblé o l’Umbanda).

Figlio di un medico, appartenente quindi alla borghesia brasiliana, all’età di otto anni è attirato dalla baião (un ritmo del norte del Brasile) di Luiz Gonzaga, inizia a suonare l’accordeon. Alla fine degli anni cinquanta, Gil suona ai forros (un tipo di festa popolare) con un gruppo chiamato Os Desafinados. In questo periodo Gil conosce la musica di un altro grande artista sudamericano, il cantante e chitarrista João Gilberto. Gil ne rimane talmente impressionato che decide di comprare una chitarra e impara a cantare e suonare la Bossa Nova.

La sua prima apparizione pubblica avviene nel 1964: partecipa allo show di Bossa nova e di canzoni brasiliani tradizionali “Nós Por Exemplo”, dove ha modo di incontrare anche Caetano Veloso, Maria Bethânia, Gal Costa.
 
Nel 1965 Gil si trasferisce a San Paolo. Dopo aver cantato e suonato in diversi show, riscuote il suo primo successo registrando Louvaçao. Gil registra allora il suo primo album, anche questo intitolato Louvaçao.

Gil è anche un attivista politico. Dopo l’esilio di qualche anno a Londra, è la fine degli Anni 60, torna in Brasile nel 1972 e registra Expresso 2222, un album in cui ritorna alla sua baião e alle radici samba. Da allora la carriera di Gil è un susseguirsi di successi, spesso condivisi con amici cantautori brasiliani o con altri artisti di diverse, ma affini, culture musicali. Intanto Gilberto Gil continua a fare e a dare spettacolo

Queste le date italiane di Gilberto Gil:

Sabato 14 luglio PERUGIA – Umbria Jazz (Arena Santa Giuliana, Piazza Partigiani);

Lunedì 16 luglio VENEZIA – Veneto Jazz (Teatro Goldoni, San Marco 4650 b);

Mercoledì 18 luglio MONFORTE D’ALBA (CN) – Monfotinjazz (Arena Horszowski, Piazza Antica Chiesa).

I concerti italiani sono prodotti e organizzati da Intersuoni Srl, divisione Booking & Management Unit BMU.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *