Ottantadue candeline per Buddy Guy, “uno dei migliori chitarristi blues della storia”

Buddy Guy “è uno dei migliori chitarristi blues della storia”, parola di Eric Clapton. 

Compie oggi, 30 luglio, 82 anni George “Buddy” Guy, uno dei più famosi e, citando slowhand, “uno dei migliori chitarristi blues di sempre”. È uno dei più importanti esponenti dell’Electric blues americano. Figura di spicco del genere nero è, insieme a B.B. King, uno dei capostipiti.

Nato a Lettsworth, che è un piccolo villaggio degli Stati Uniti d’America, il 30 luglio del 1936, a 16 anni riceve la sua prima chitarra.

 

 

Ma ben prima la passione per la musica, per la chitarra, lo aveva in qualche modo influenzato, letteralmente ‘investito’. Fin dall’infanzia resta colpito da artisti straordinari come John Lee Hooker, Muddy Waters e Howlin ‘Wolf. Ha solo tredici anni quando da solo si fa una chitarra improvvisata con una zanzariera e un pezzo di legno. Ma è appunto a sedici anni che suo padre gli offre la sua prima vera chitarra. Se inizialmente suona semplicemente la chitarra per passare il tempo, riceve una nuova chitarra che lo porta a essere più motivato che mai a lavorare per raggiungere i livelli dei suoi idoli.

Fino a 21 anni vive in Louisiana, un suo amico cuoco a Chicago lo convince a lasciare il lavoro che aveva come custode all’università per spostarsi a Chicago e intraprendere la carriera di musicista blues. La svolta il 25 settembre del 1957, quando Buddy Guy arriva a Chicago e iniziò la propria lunga e straordinaria carriera.

Negli anni successivi incide svariati album e collaborò con tutti i principali attori della scena chitarristica mondiale.

Ha suonato all’evento “Crossroads Guitar festival” organizzato da Eric Clapton, nel quale si è esibito in una sfida con un più giovane chitarrista di fama, John Mayer.

Buddy Guy è proprietario di un bar in Chicago, nella zona del Loop, il Buddy Guy’s Legend con musica dal vivo. A volte lo stesso Buddy Guy serve al banco o suona.

Il locale è anche una sorta di museo, dove si possono ammirare alle pareti prestigiose chitarre accompagnate dai nomi degli illustri musicisti proprietari.

Buddy Guy è estimatore dei concerti dal vivo, che rende dei veri e propri spettacoli, grazie alla presenza scenica e alle proprie doti di chitarrista e cantante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *