Ricordando un mito della musica cubana: 36 anni fa l’addio a Nico Saquito

Un artista misterioso, di cui si conosce ben poco. Di certo, si sa che Benito Antonio Fernandez Ortiz, meglio conosciuto come Nico Saquito, è stato uno dei musicisti più importanti di Cuba del XX secolo, famoso per essere stato uno dei componenti del gruppo “Los guaracheros de Oriente“, di cui era il primo cantante. Lasciò il gruppo nel 1955.

Nico era nato a  Santiago de Cuba il 13 febbraio del 1901, è morto esattamente 36 anni fa, era il 4 agosto del 1982, a L’Avana. 

All’età di 15 anni fu attratto dalla composizione delle canzoni e abbandonò una promettente carriera nel baseball. Il suo soprannome di Saquito derivava proprio dalla sua abilità nel prendere palle da baseball.

Negli anni ’20 creò un proprio gruppo e si unì al Castillo Quartet, con il quale compì numerosi tour in tutta l’isola.

Dopo questa esperienza, tornò a Santiago e fondò un altro gruppo, Los Guaracheros de Oriente: con questi musicisti fece spettacoli a Cuba, a Porto Rico e in Venezuela negli anni ’50.


Per motivi politici, a causa della rivoluzione cubana, Saquito fu costretto a rimanere all’estero fino al 1960, finché appunto non decise di tornare sull’isola da solo senza il suo gruppo, che rimase lontano da Cuba.

Per quanto riguarda le sue canzoni, la maggior parte delle sue composizioni presentano dei testi decisamente spiritosi e piccanti sulla vita personale o su eventi considerati comuni. Una delle sue composizioni più famose è la sicuramente la canzone Al vaivén de mi carreta, una ballata sentimentale della vita in campagna e le difficoltà della vita contadina.

Tra le sue canzoni più famose spiccano sicuramente  Cuidado, compay gallo, María Cristina me quiere gobernar, Al vaivén de mi carreta y Adiós compay gato e Saca la jabita.

Diversi i soprannomi che ha utilizzato durante la sua carriera: Saquito, El guarachero de Oriente (per il suo ricoprire il ruolo di leader della band)  e Compay Gato (proprio per la sua canzone Adiós compay gato).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *