‘Thank You Ben’: il ritorno del bluesman De Luca, presto il nuovo album

Ben Harper nel destino. Con cui è cresciuto, che lo ha ispirato, a tal punto di diventare il protagonista di una sua canzone.

Andrea De Luca è un bravissimo bluesman, uno dei migliori chitarristi tra quelli in circolazione nel nostro paese. Romano di nascita, da anni gira l’Italia, e non solo, suonando ed emozionando con la sua musica. Dopo un nuovo album pubblicato a gennaio scorso, dal titolo ‘Let Me Love You Tonight’, De Luca ha in cantiere un nuovo lavoro di cui in queste ore, attraverso Facebook, ha pubblicato una prima gustosa anteprima.

 

Si chiama ‘Thank You Ben’ la nuova fatica del bluesman capitolino, che evidentemente ha al centro il chitarrista statunitense.

“Ci sono cresciuto. Grazie Ben Harper, dal 1994 sei sempre una grandissima ispirazione- ha scritto De Luca sulla sua pagina Facebook- Ho seguito i tuoi consigli e continuo tutti i giorni. Questo nuovo brano si chiama ‘Thank You Ben’ ed è l’intro di un altro pezzo che uscirà nel mio prossimo disco registrato a maggio del 2018 con Francesco De Rubeis e Menotti Minervini presso il Village Recording studio di Gianluca Siscaro”.

 

 

‘Thank You Ben’ non vuole essere ‘solo’ un tributo. Anzi: “Ho sempre amato il suo modo di scrivere, soprattutto le ballad- il pensiero di De Luca su Ben Harper- Citerei il secondo disco di Live from Mars, che è completamente acustico e mi ha emozionato tantissimo”. Ha scoperto Harper nel 1994 e da allora è scoccata la scintilla, “suonare la lap steel è diventato uno dei miei desideri più grandi, tant’è che ho modificato una vecchia chitarra elettrica che neanche era mia tagliandola e modificando proprio per trasformarla in una lap steel”. Alla fine Ben Harper “è stato un tassello grande della mia formazione artistica, l’ho sentito, ascoltato e studiato veramente per tantissimi anni”.

  • L’ANTEPRIMA –

Weissenborn Lap Steel Guitar by Hobo Guitars – Samuele Calamassi

video by Paolo De Luca
cover photo by Francesco Di Cicco

www.delucablues.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *