Superman e super cantante: 60 candeline per Bruce Dickinson

A volte per essere un Superman non serve entrare in una cabina telefonica. A volte ti basta essere un artista con la ‘A’ maiuscola, avere una voglia di vivere sconfinata, una grinta incredibile soprattutto sul palco che pure i più giovani gli invidiano. E per una creatività che non si esaurisce mai.

Sono sessanta le candeline che metterà sulla torta Paul Bruce Dickinson,  voce straordinaria dell’heavy metal, degli Iron Maiden soprattutto. Nato a Worksop, in Inghilterra, il 7 agosto 1958, è un cantautore, sceneggiatore, scrittore, pilota di linea. E a tempo perso è il leader degli Iron Maiden…

Battute a parte, le doti vocali di Bruce Dickinson sono un qualcosa di inimitabile. E pensare che le scoprì per caso, cercando con un amico di imparare a memoria la leggendaria Let It Be dei Beatles. Diversi i gruppi in cui ha militato, tra i quali Styx, Speed e Shots, fino ai Samson di Paul Samson e Thunderstick. Con cui, però, entrò in conflitto per via del loro uso di stupefacenti. E proprio all’ultimo concerto con i Samson, al Reading Festival del 1981, conobbe Rod Smallwood, manager degli Iron Maiden, in cerca di un cantante.

 

 

 

E’ nel 1981 che fa il suo esordio, in Italia, con gli Iron Maiden. Il debutto avvenne al Palazzetto dello Sport di Bologna, il 26 ottobre, con Sanctuary.  con i quali incise l’album The Number of the Beast, uscito l’anno seguente e che arrivò nelle vette delle classifiche in molti paesi. Nel 1983 uscì invece Piece of Mind, velato di venature progressive. Nel 1984 il gruppo pubblicò Powerslave, nel quale Dickinson ha scritto il brano omonimo e contribuito alla stesura di Flash of the Blade e 2 Minutes to Midnight.

La permanenza con gli Iron Maiden durò fino al 1992, anno in cui uscì Fear of the Dark. Perché poi dopo iniziò la carriera solista e fu sostituito da Blaze Bayley: uscì Balls to Picasso, a cui fece seguito l’anno dopo Skunkworks.

Dickinson e Smith tornarono in formazione nel 1999.

Ma Superman Dickinson era atteso da un difficile ostacolo da superare. Il 19 febbraio 2015 ha reso pubblica la notizia di essere affetto da un tumore alla lingua. Il 15 maggio dello stesso anno, il cantante ha annunciato di essere ufficialmente guarito dal tumore, anche se la sua attività dal vivo non sarebbe ripresa fino al 2016 per consentirgli un pieno recupero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *