Auguri Dave Mustaine: 57 candeline per l’ex Metallica fondatore dei Megadeth

Cinquantasette candeline per David Scott ‘Dave’ Mustaine, cantante, chitarrista e produttore discografico statunitense, fondatore del gruppo musicale thrash metal Megadeth. 
Nato a La Mesa il 13 settembre del 1961, Mustaine è stato anche il chitarrista solista dei Metallica dal 1981 al 1983, prima di venire allontanato dal gruppo a causa di controversie con il frontman del gruppo James Hetfield. E proprio nello stesso anno fondò i Megadeth, di cui è tuttora frontman e unico componente stabile.
Nato in una famiglia agiata, Dave cresce però tra mille problemi a causa soprattutto dei problemi con l’alcol del padre (la madre ottenne il divorzio quando Dave aveva sette anni). E proprio per reazione inizia a dedicarsi alla musica, esercitandosi alla chitarra suonando con i dischi della sorella, in particolare quelli di Cat Stevens.
SONY DSC
Con il tempo, i suoi gusti musicali si avvicinarono tendenzialmente al rock, dopo aver scoperto Alice Cooper, la sua primaria influenza musicale che Mustaine (in un’intervista su VH1 Behind the Music 2001) definì il suo “padrino”.
   Dave, inoltre, iniziava a coltivare anche la passione per l’Heavy metal ascoltando Motörhead, Black Sabbath, Iron Maiden, AC/DC, per il punk ascoltando Sex Pistols e per il rock britannico, ascoltando Queen e Led Zeppelin.
 
Da adolescente, a causa della sua infanzia infelice che lo rese un ragazzo “difficile”. Ebbe anche problemi con l’alcool.
   Intanto faceva pratica con la chitarra e gli inizi degli anni ottanta, formò il suo primo gruppo, i “Panic”, band che non ebbe lunga vita a causa di un istantaneo scioglimento, dovuto alla morte in un incidente automobilistico del batterista Mike Leftwych e del tecnico del suono.

L’approdo nei Metallica. Nel 1981 Lars Ulrich mise un annuncio sul quotidiano locale The Recycler, riguardante l’offerta di un posto da chitarrista solista nel suo gruppo. Dave lo contattò e partecipò all’audizione. Gli altri componenti del gruppo rimasero così impressionati dalla sua bravura che gli chiesero subito di entrare nel gruppo, senza chiedere nessuna demo e senza chiedergli di provare a suonare con loro.
 
La rottura. Due anni dopo, aprile del 1983, infatti, Mustaine fu cacciato dal gruppo per il suo abuso di droga e per gli scontri avuti con i membri fondatori, Lars Ulrich e James Hetfield.
I Megadeth. “Dopo essere stato licenziato dai Metallica, tutto ciò che ricordo è che volevo sangue. Il loro. Volevo essere più veloce e più pesante di loro”. Quasi una dichiarazione di guerra di Mustaine. Anzi, senza il quasi. Dopo il ritorno a Los Angeles fondò i “Fallen Angels” e poi i Megadeth. Nel 1990 il gruppo pubblicò Rust in Peace, disco di platino raggiungendo anche la posizione numero 23 nella classifica Billboard 200.
Il successivo album, Countdown to Extinction, pubblicato nel 1992, bissò il successo commerciale ottenuto da Rust in Peace raggiungendo la seconda posizione sempre nella classifica Billboard 200, il miglior risultato mai ottenuto dai Megadeth.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *