Musicista talentuoso, grande produttore: Buon Compleanno a Daniel Lanois

Forse uno dei più grandi produttori della storia della musica. Ma pure cantante ed un musicista talentuoso ed eclettico.

Compie oggi 67 anni Daniel Lanois produttore discografico, chitarrista e cantautore canadese, nato a Gatineau il 19 settembre 1951.

 

 

Tanti, tantissimi, gli artisti di spessore con cui ha lavorato, di cui ha prodotto album o con cui ha semplicemente collaborato. Una lista da brividi: citandone alcuni, parliamo di  Brian Eno, Bob Dylan, gli U2, Peter Gabriel, Neil Young, Robbie Robertson e Emmylou Harris. 

Ha iniziato la sua carriera in uno studio di sua proprietà, i Grant Avenue Studios, nell’Ontario. Ha cominciato con alcune band locali, fra le quali Martha and the Muffins. Scoperto da Brian Eno, ha con quest’ultimo intrapreso una proficua collaborazione. Il primo incarico affidatogli da Eno è stata la co-produzione dell’album The Unforgettable Fire degli U2.

Ancora con Eno, nel 1987, supporta gli U2 per ‘The Joshua Tree’, che gli varrà l’assegnazione del Grammy per la categoria Album dell’anno.

Con Bob Dylan, invece, inizia una proficua collaborazione: l’inventore del folk gli affida la produzione del suo Oh Mercy (1989). Otto anni dopo, Dylan e Lanois lavoreranno insieme per Time Out of Mind, il primo lavoro di studio del cantautore americano dal 1990, grazie al quale vincerà un altro Grammy.

Nel 1999 un nuovo album alle porte: produce con Mark Howard “Vagabond Ways” di Marianne Faithfull, del quale firma alcune delle canzoni. Lanois nel 2010 ha iniziato una collaborazione con Neil Young per la produzione del nuovo disco di quest’ultimo, ‘Le Noise’.

Oltre ad essere un produttore discografico, Lanois è un cantante ed un musicista talentuoso ed eclettico. Suona diversi strumenti musicali tra cui la chitarra e la batteria.

Questi gli album pubblicati da Daniel Lanois:

  • 1989 – Acadie
  • 1993 – For the Beauty of Wynona
  • 1996 – Sweet Angel Mine; Lost in Mississippi; Sling Blade
  • 2003 – Shine
  • 2004 – Rockets
  • 2005 – Belladonna
  • 2008 – Here Is What Is
  • 2012 – Black Dub
  • 2014 – Flesh and Machine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *