Asia Argento attacca: Non ho fatto niente, voglio tornare a XFactor

Un’autodifesa forte, decisa, quasi urlata: Asia Argento non si sente colpevole e rivuole il ‘suo’ X Factor. L’attrice ha parlato a ‘Non è l’Arena’ di Massimo Giletti su La7 per raccontare la sua versione dell’incontro avuto Jimmy Bennett, allora 17enne, avvenuto nel 2013 nell’Hotel Ritz Carlton a Marina del Rey in California.

Per questo incontro, in cui è stato consumato un rapporto sessuale, la Argento è stata accusata di violenza su minore.

Proprio al programma di Giletti era intervenuto, giusto una settimana fa, lo stesso Bennett.

La Argento ha detto di voler “tornare a X Factor, i miei figli sono fieri di me, l’Italia mi vuole e non ho fatto niente”.

La figlia del regista Dario è quindi tornata sui fatti: “Ha iniziato a baciarmi e toccarmi in una maniera che non era quella di un bambino con la mamma- ha spiegato- Era quella di un ragazzo con gli ormoni impazziti che aveva una pulsione sessuale nei miei confronti. Sentire questa cosa mi ha congelata”.

Ha raccontato che Bennett gli è “saltato addosso. Mi ha spogliata, mi ha messa di traverso sul letto, mi è salito sopra, ha fatto quello che doveva fare, cioè sesso completo senza preservativo, ha avuto un orgasmo mentre ero fredda immobile. Finita questa cosa che sarà durata due minuti io gli ho detto:’Jimmy ma che cosa hai fatto?Io non ho mai pensato a te in questi termini’. Lui mi ha detto che pensava a me in questi termini da quando aveva 12 anni”.

A proposito dei selfie scattati a letto: “Il selfie lo ha fatto Bennett con il suo telefono, ho pensato ‘Ecco sono il suo trofeo’. Mi sono sentita usata, ho pensato che l’avrebbe fatta vedere ai suoi amici”.

E ancora: “Siamo andati a mangiare insieme perché non riuscivo a staccare l’immagine del Jimmy che avevo conosciuto, dal ragazzo che mi era saltato addosso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *