Emilio Stella è ‘Suonato’: la sua Roma, le periferie e capitan Totti – ESCLUSIVA –

‘Suonato’. Come un pugile dopo un incontro. O ‘Suonato’, come il lavoro fatto da una band, che sia in sala o su un palco.

Ma ‘Suonato’ è pure il nome dell’album, il secondo a sette anni di distanza da quello d’esordio, ‘Panni e Scale’ uscito nel 2011, di Emilio Stella. Che è un giovane apprezzato, cantautore romano.

 

 

“‘Suonato’ nasce dopo 7 anni dall’uscita del mio primo album, autoprodotto- si racconta Stella, in esclusiva a Dangerofmusic.com, nei giorni dell’uscita del disco– Raccoglie delle canzoni che sono state suonate da una band in questi anni”. Tante canzoni in cantiere, una scelta ovviamente difficile: ‘Suonato’ contiene 11 tracce, molte altre sono quelle che potrebbero far parte invece di lavori successivi.

“E’ stato difficile scegliere brani, ne ho tanti altri da parte. Siamo entrati in studio supportati da una produzione, che è quello che mi è mancato prima. Ho cominciato questo percorso con la band, ho cercato di riprodurre quello che facciamo ‘live’ in studio”. Quindi “‘Suonato’ è il nome più giusto per l’album. Riprende la metafora pugilistica del pugile suonato che risente dei colpi presi in carriera. E io mi ci riconosco”.

Emilio Stella è conosciuto nella scena indipendente romana per i suoi brani sociali ed ironici, in cui parla di case popolari, di vita in cantiere, di strade fatte per andare al lavoro: “Sono 11 tracce che raccontano la periferia, la società vista con i miei occhi”. E non solo. Perché quello che Emilio Stella racconta con la sua musica “è tutto un micromondo delle case popolari, come fa nella canzone ‘Gattara’ e non sol”. Ogni canzone “è un quadro diverso”.

 

Per selezionare le 11 tracce “ho fatto una scelta nella rosa di quelle che avevamo suonato di più” e forse, ha rivelato Emilio, “nei prossimi album che pubblicherò ci sarà un filo conduttore. Ho infatti materiale per un terzo e per un quarto album”. Tante canzoni, tanti pezzi, “ma quello che mi rappresenta di più è ‘Le Birre’, che parla di me, della mia infanzia”. C’è anche un pezzo che racconta un campione che in questi ultimi giorni ha fatto molto parlare, con la biografia presentata il giorno del suo compleanno, l’ex capitano della Roma Francesco Totti.

La traccia (ovviamente la numero 10),  è la storia dell’ex capitano della Roma, Francesco Totti. “Bambino, ragazzo, uomo. Mentre crescevamo, lo facevamo insieme… Maledetto tempo!”. Tra tutte “è diffciile sceglierne una in particolare. forse quella che mi rappresenta di più per come stata scritta è ‘Le Birre’, che parla di me, dell’infanzia, fino ad oggi”.

TRACKLIST

1. Pesa più un ricordo di un vinile

2. Attenti al cool

3. Marcella

4. Gli alieni siamo noi

5. Leilalù

6. La gattara

7. La pecora fa ‘mbe

8. Terra di Calabria

9. Pontina

10. Maledetto Tempo

11. Le birre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *