51 candeline per Scott Weiland: auguri al leader degli Stone Temple Pilots

Buon compleanno a Scott Richard Weiland, nato Scott Richard Kline. Il cantante statunitense che ha portato al successo Stone Temple Pilots e poi negli anni duemila del supergruppo Velvet Revolver, avrebbe compiuto 51 anni.

Nato a San Jose il 27 ottobre 1967, è scomparso recentemente, giovanissimo, a Bloomington: era il 3 dicembre 2015.

Vincitore di due Grammy Awards, pochi anni prima della morte aveva fondato gli Scott Weiland and the Wildabouts.

Poco più che ventenne fa il suo esordio nel mondo della musica. 
È a San Diego, infatti, che nel 1986 incontra il bassista Robert DeLeo ad un concerto e forma con lui la band Mighty Joe Young, alla quale si aggiungono il chitarrista Dean DeLeo, fratello di Robert, ed Eric Kretz alla batteria. Incidono il loro primo demo nel 1990, ma sono costretti a cambiare il nome della band in Stone Temple Pilots in quanto Mighty Joe Young è il nome d’arte del bluesman Joseph Young Jr.. In quello stesso anno firmano un contratto con la Atlantic Records.
 
Nel 1992 esce il loro primo album, Core, e con il singolo Sex Type Thing diventano una delle band più influenti del genere grunge, insieme ad Alice in Chains, Soundgarden, Pearl Jam e Nirvana.
 
Nel 1994 esce Purple, album che sottolinea la personalità del gruppo grazie ad uno stile più “classico” e una miscela di musica punk, acustica e bossa nova. È invece del 1996 Tiny Music… Songs from the Vatican Gift Shop, album che non ottiene i risultati delle prime due incisioni e che vede un tour con parecchie date cancellate.
 
Dopo una pausa di tre anni, durante i quali Weiland è impegnato con l’album solista 12 Bar Blues ed il resto del gruppo con i Talk Show, gli Stone Temple Pilots incidono No. 4, dal quale vengono estratti i singoli Down e Sour Girl, di cui viene girato un video con Sarah Michelle Gellar.
 
L’ultimo album, Shangri-La Dee Da, è del 2001 ed è durante il tour che le tensioni fra i vari membri portano ad uno scioglimento ufficiale della band. Nel 2003 esce la raccolta Thank You, che oltre alle hit più significative contiene il nuovo brano All in the Suit That You Wear.
Per quanto riguarda l’esperienza con i Velvet Revolver, nel 2003 Scott Weiland, Slash, Duff McKagan, Matt Sorum e Dave Kushner formano la band.
Il primo album, Contraband, esce nel 2004 ed i singoli Slither e Fall to Pieces scalano le classifiche internazionali; nel 2005, grazie a Slither, vincono un Grammy Award come Best Hard Rock Performance with Vocal.
L’ultimo album Libertad viene pubblicato nel 2007. Lo stesso anno, scompare suo fratello Michael. Ad inizio 2008, concluso il tour di Libertad, Scott esce dal gruppo.
Seguiranno poi un progetto solista e la reunion con gli Stone Temple Pilots.
La sera del 3 dicembre 2015 Weiland viene trovato senza vita nel suo tour bus in Minnesota, dove si trova per un concerto. L’autopsia ha appurato che la causa della morte è stata un’overdose causata da un mix di alcool e droghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *