Breve ma Leggendario: 43 anni fa il primo live dei Sex Pistols

Difficile pensare che non possa essere successo. Si dice sia una leggenda, ma la prima live dei Sex Pistols non poteva essere banale.

Pensi all’emozione che può dare la prima volta dal vivo, pensi magari al voler apparire come la miglior band possibile, a voler rasentare la perfezione. 

Pensi. Ma se lo fai, non puoi aver fatto parte dei Sex Pistols. Una delle band più influenti al mondo, ma pure la band che forse ha avuto la vita più breve tra tutte quelle che hanno meritato una menzione nella storia di ogni genere di musica: tre anni appena, dal 1975 al 1978 escluse le varie reunion dei decenni successivi, con un solo album all’attivo, Never Mind the Bollocks, Here’s the Sex Pistols, pubblicato dalla Virgin Records il 28 ottobre 1977.

Ma c’è una data, precedente, che viene ricordata, pensando ai Sex Pistols, pensando al punk: è il 6 novembre del 1975, giorno del primo turbolento, concerto del gruppo.

 

Originariamente composti dal cantante Johnny Rotten, dal chitarrista Steve Jones, dal batterista Paul Cook e dal bassista Glen Matlock, poi sostituito da Sid Vicious, i Sex Pistols nascono a Londra nel 1975.

Il loro primo concerto fu organizzato da Matlock, che studiava al Saint Martins College . Il gruppo suonò alla scuola il 6 novembre 1975, a sostegno della band Bazooka Joe. Nella loro esibizione i Sex Pistols hanno fecero in tempo a suonare diverse cover, tra cui “Substitute” dei The Who, “Whatcha Gonna Do About It”, dei The Small Faces, e”(I’m Not Your) Steppin’ Stone”, portato al successo dai the Monkees.

Pare che, e qui il racconto diventa leggenda, prima che i Pistols riuscissero a suonare le poche canzoni originali che avevano scritto, per niente soddisfatti dalla loro esibizione, i Bazooka Joe staccarono la corrente e misero la parola fine al breve, quanto intenso, primo concerto dei Sex Pistols: si parla pure di una scazzottata tra i membri delle due band, sul palco.

Trent’anni dopo lo stesso Matlock, in ricordo di quell’evento che avrebbe contribuito al mito dei Sex Pistols e fu uno dei passaggi che avrebbe portato alla nascita del punk, avrebbe inaugurato una targa commemorativa di quel celebre 6 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *