Sorpresa Inside Out: autobiografia aggiornata dei Pink Floyd già nei negozi

A sorpresa. Di quelle piacevoli, anche se parliamo ‘solo’ di un paio di giorni.

Contrariamente a tutte le date annunciate da qualche settimana a questa parte, la ristampa di Inside Out, una versione aggiornata probabilmente a The Endless River, è già nelle librerie (è acquistabile pure su Amazon): inizialmente si era parlato del 10 novembre. Già, l’unico documento ufficiale, su carta, dei Pink Floyd.

La prima autobiografia della band, che forse più di ogni altra ha influenzato generazioni di artisti in oltre 50 anni, è stata scritta da Nick Mason, ovvero l’unico ad aver partecipato a tutti gli album della band, dagli esordi sotto la guida di Syd Barrett, all’arrivo di Gilmour, dall’addio di Roger Waters alla leadership passata nelle mani e nella chitarra di David Gilmour.

La prima versione è stata pubblicata il 7 ottobre del 2004. La versione aggiornata ripropone quindi un’opera diventata un vero e proprio oggetto di culto: su eBay la ‘vecchia’ versione ha raggiunto cifre importanti, anche oltre i 100 euro (105 ma pure 139 euro).

(DALLA QUARTA DI COPERTINA)

“Ho riso così tante volte, che mia moglie ha pensato che avessi la sindrome di Tourette” ALAN PARKER I Pink Floyd sono una delle band più creative, apprezzate e durature di tutti i tempi. In qualità di unico membro ad aver fatto parte della band per 50 anni di esistenza, questa è la testimonianza profonda ed autoironica di Nick Mason sui molti alti e bassi dei Pink Floyd, dalla loro nascita nel movimento underground degli anni ‘60 al massiccio successo mondiale di The Dark Side of The Moon e le spaccature e le pressioni che seguirono. In un nuovo capitolo, Nick Mason riflette sugli anni successivi alla performance finale della band nel Live 8 nel 2005, un periodo di perdite significative, enormi progressi digitali e l’ascesa dei social media. I Pink Floyd sono sopravvissuti a tutto ciò con disinvoltura, pronti – finalmente – ad accettare ed abbracciare la loro eredità con la mostra epocale Pink Floyd: Their Mortal Remains del Victoria & Albert Museum nel 2017. “Squisitamente inglese come un Pimm’s e un colpo di sole in un mite giorno d’estate” Q MAGAZINE “Con ogni probabilità Mason avrebbe potuto vantare una carriera di gran successo come scrittore … un umorismo pungente ed originale” GUARDIAN “Un’aggiunta sapiente ed arguta allo standard delle biografie rock” IAN RANKIN

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *