Waters si confessa: Forse ultimi concerti, pensieri negativi su Gilmour

Forse è quel rancore mai sopito che si porta dietro da almeno 30 anni. O forse è ‘solo’ la grande passione per i grandi risultati che sta ottenendo con il suo incredibile ‘US+THEM’ tour con cui da un paio d’anni sta girando il mondo che non lo fa pensare ad altro.

Roger Waters è in Argentina, dove suonerà ancora a Buenos Aires prima di continuare il suo giro in Sudamerica. E qui, intervistato dal portale Infobae, ha raccontato tutto e di tutto e anche di più: dalla politica al rapporto con il padre, fino al tour e ai Pink Floyd.

“Sono molto fortunato ad essere in grado di uscire e fare quello che faccio sul palco- ha detto- Forse questi sono i miei ultimi concerti, forse farò di più in futuro, non c’è modo di saperlo”, ha spiegato sottolineando di essere “molto esigente dal punto di vista fisico”.

E oggi, rispetto a ieri, pur dall’alto dei suoi 75 anni compiuti da poco, si sente decisamente meglio rispetto a ieri. Suonare gli regala gioia, ha spiegato, “molto di più di quando ero con i Pink Floyd, per esempio. Quel palcoscenico era una specie di esistenza miserabile” e oggi “no. E questo mi genera molta gioia”.

Eppure il periodo ‘floydiano’ è stato indimenticabile: “Sono lo stesso ragazzo. Ma lì non è andata bene”, ha spiegato sottolineando di essere stato ‘coinvolto’ “volontariamente” in una band con tre persone che ha sentito distanti, mentre “lavoro meglio quando guido una band” e che “il lavoro lo facciamo insieme” in cui “non ci sono lotte” e “tutti contribuiamo alla produzione” come succede oggi. Al contrario, “ero infelice nei Pink Floyd”.

Alla domanda se gli manca qualcosa, la risposta è decisa: “Non ho perso nessuno”. Entrando nello specifico, sente di “non aver perso nessuno” anche se “mi considero un amico di Nick Mason. Abbiamo empatia. Non ha niente a che fare con la musica: mi piace, è come mio fratello. David (Gilmour) non mi interessa. Ho sentimenti negativi nei suoi confronti. Rick (Wright) è morto. Anche Syd (Barrett) è morto“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *