“33 Giri Italian Masters”: mercoledì 28 VASCO si racconta su Sky Arte

È un atteso ritorno quello della serie 33 Giri Italian Masters, la cui seconda stagione andrà in onda su Sky Arte a partire da mercoledì 28 novembre. Anche stavolta il pubblico potrà immergersi fra le tracce di sei grandi album della storia della musica italiana in compagnia del discografico Stefano Senardi, che contestualizzerà storicamente e discograficamente i vari lavori.

Durante l’episodio inaugurale, Vasco Rossi e Gaetano Curreri siedono al fianco di Maurizio Biancani, il quale svolge il duplice ruolo di esperto tecnico, come già avvenuto durante la prima stagione del format, e di fonico che curò le registrazioni dell’album d’esordio del rocker di Zocca, … Ma cosa vuoi che sia una canzone….

Curreri, oltre a essere stato l’arrangiatore del disco, è anche responsabile di aver spinto Vasco a diventare cantautore, essendo stato tra i primi ad ascoltare le sue composizioni.

Ad arricchire gli emozionanti momenti al mixer ci sono le dichiarazioni di Curreri, interpellato anche come musicista, in merito alle caratteristiche melodiche e musicali delle canzoni che animano l’album, mentre il giornalista Marco Mangiarotti ne approfondisce i tratti più letterali ed emotivi.

Vengono riascoltate ed esaminate La nostra relazioneJenny è pazzaSilviaAmbarabaciccicoccòTu che dormivi piano. La puntata termina, come l’album, con la canzone ciao, in questo caso eseguita dal vivo in esclusiva da Gaetano Curreri.

Di seguito un paio di pillole dello speciale, pubblicate dallo stesso Vasco sulla sua pagina Facebook.

La prima:

La seconda:

Nella prima pillola “il racconto delle origini del mito, come è nato il suo primo lavoro in assoluto in una sala d’incisione, Fonoprint, nel 77”.

Nella seconda “La famosa chitarra Martin …. che acquistai da Alan Taylor in cambio della metà dei diritti d’autore di tutto l’album di Albachiara eravamo agli inizi ma non sono affatto pentito e ricordo Alan con tanto affetto”.

Ovviamente per vedere tutto insieme e integralmente, appuntamento alle 21.15 su Sky Arte!

 

(foto copertina da arte.sky.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *