‘Vattene’, dopo ‘Malomodo’: ecco il ‘cold rock’ di Zucca

In uscita  su tutti i digital-stores il 5 dicembre per “La Stanza Nascosta Records” “Vattene” del cantautore Zucca, secondo album in studio dopo “Malomodo”(La Stanza Nascosta Records, 2017). Mixaggio e mastering dell’album sono stati curati dal musicista e produttore Salvatore Papotto.
L’album è stato anticipato dall’uscita, in radio e sulle piattaforme digitali, del singolo “Kill it again”, accompagnato dal videoclip ufficiale per la regia dello stesso Zucca.

 

 

“Il progetto Zucca-racconta l’artista- nasce con lo scopo di espellere pulsioni perlopiù negative sottoforma di musica.‘Vattene’ è il seguito di ‘Malomodo’ e chiude il primo capitolo sull’introspezione, sulle spinte negative verso noi stessi. In Vattene si perde il lato folk presente nel primo album, a beneficio di un sound più acido ed elettronico”.

Continua Zucca: “E’ dalle tonalità minori che, paradossalmente , traggo benessere; per questo la chiave del progetto è rintracciabile nelle atmosfere oscure. Industrial, Darkwave e Rock sono generi presenti nel disco, ma che non racchiudono lo strano impasto che è ‘Vattene’. Per attitudine musicale e concettuale, a me piace definirlo “cold rock”. 

Andrea Mazzucca, in arte Zucca, è un cantautore lucano ma laziale d’adozione, classe 1986. Artista a tutto tondo, Zucca ha conseguito a Cinecittà, presso la “Nuct” (Nuova Università del Cinema e della Televisione)-fondata nel 1995 da Giuseppe e Pasqualino De Santis, il diploma in “Regia cinematografica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *