Greta Van Fleet, l’ammissione: Sì, siamo influenzati dai Led Zeppelin

Alla fine è come se fosse arrivata l’ufficialità ad una notizia che tutti ormai davano per scontato. Per carità, nulla che cambierà le sorti del mondo, che avrà un peso nell’economia mondiale.

Ma è pur sempre una curiosità che va a interessare milioni di fan di una band come i Led Zeppelin e i tantissimi di un’altra più recente ma di sicuro emergente, i Greta Van Fleet.

Il chitarrista di questi ultimi, Jake Kizska, in una intervista a guitarworld.com, si è espresso sulla musica della sua band e sulle somiglianze con i Led Zeppelin, ammettendo di esserne ‘influenzati’. Ma non solo da loro.

“Ne abbiamo parlato tra noi- ha detto Kizska- e siamo d’accordo sull’usare Led Zeppelin e altri gruppi come base per quello che facciamo. Per me, non è diverso dal fatto che gli Zeppelin siano stati influenzati da artisti blues e gli artisti blues siano stati influenzati da artisti jazz francesi. Quindi vogliamo usare ciò che conosciamo e andare avanti, e lo faremo”. 

I Greta stanno comunque conquistando sempre più consensi, anche da parte di colleghi di gran lunga più esperti. Come Slash: “Stanno lavorando sorprendentemente”.

Per il chitarrista della giovanissima band, però, parlare di salvatori del rock non è facile: “Non so. È una corona pesante da indossare” e “il fatto è che il rock ‘n’ roll è in circolazione da decenni e molti artisti vi hanno contribuito lungo il cammino. Qualcosa di ciò che c’era una volta non esiste più, ma questo è il punto: cambia sempre, quindi penso che esisterà sempre in qualche modo. Siamo onorati dalle reazioni della gente e siamo felici di continuare una tradizione. Che si tratti di ‘salvare il rock and roll’, lo lascerò dire ad altri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *