Chiude Rolling Stone, resta solo la versione online

“Il mondo va in questa direzione e bisogna seguirlo”, queste le parole di Luciano Bernardini de Pace, editore del mensile Rolling Stone, nello spiegare la scelta di cessare la pubblicazione dell’edizione cartacea per rimanere solo nella versione online.

Rolling Stone non chiude ma si evolve per seguire dove va il mondo”, spiega ancora l’editore a Primaonline.

La scelta è quindi quella di puntare tutto sul digitale, rafforzando l’offerta video. Il magazine può contare infatti su una consolidata presenza sui social, con 430.000 follower su Facebook, 250.000 su Instagram e 130.000 su Twitter, “così come su Spotify, dove le nostre playlist sono tra le più ascoltate“, spiega ancora l’editore.

Nessun allarme quindi. I tempi cambiano e Rolling Stone si adatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *