Run Baby Run… Buon Compleanno Sheryl Crow, voce da brividi

Voce straordinaria, 57 anni portati divinamente.

Buon compleanno Sheryl Suzanne Crow, cantautrice e polistrumentista statunitense, nata a Kennett l’11 febbraio 1962.

Inevitabile il contatto con il mondo della musica, essendo cresciuta in una famiglia di musicisti (il padre Wendell è un trombettista jazz, mentre la madre Bernice una cantante ed una pianista).

Sheryl viene quindi introdotta alla musica fin dall’infanzia: inizia a suonare il pianoforte all’età di cinque anni, mentre nell’adolescenza compone le sue prime canzoni.

Durante il periodo scolastico, oltre allo studio, si dedica con profitto all’atletica leggera e frequenta il locale coro. Entra a far parte anche di associazioni come il The Pep Club, la National Honor Society e la Future Farmers of America.

Con una laurea in tasca, Sheryl trova impiego come insegnante di musica presso il distretto scolastico di St. Louis. Dal 1984 al 1986 viene assegnata a classi speciali composte da bambini affetti da sindrome autistica.

Nonostante l’impegno di docente, Sheryl continua a coltivare i suoi interessi musicali, affinando le proprie capacità e facendo serate nei locali del Missouri con un gruppo rhythm’n’blues.

Nel 1986 Crow chiude definitivamente con l’insegnamento per cercare fortuna a Los Angeles.

I primi tempi sono abbastanza duri e si guadagna da vivere facendo la cameriera in alcuni bar e caffetterie locali, fino a che Michael Jackson non la scopre e la ingaggia quale corista per il suo mastodontico Bad World Tour.

Dal 1987 al 1989, Sheryl sale sul palco delle più grandi città mondiali accompagnando “il re del pop” attraverso 15 paesi in 4 continenti.

Bisogna dire che da un punto di vista professionale si tratta di un’esperienza importante, pur non sempre piacevole: Sheryl infatti viene fatta oggetto di molestie sessuali da parte di Frank DiLeo, il manager di Michael Jackson.

Al termine del tour mondiale Sheryl collabora inoltre con alcuni artisti come Stevie Wonder, Sinead O’Connor e Rod Stewart.

Tra i suoi successi, spicca sicuramente Run Baby Run, contenuta nell’album d’esordio Tuesday Night Music Club del 1993.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *