Bassista e fondatore degli Iron Maiden: Buon Compleanno Steve Harris

Sessantatrè candeline per Stephen Percy Harris, per tutti Steve Harris, nato a Londra il 12 marzo 1956.

È autore, tastierista e bassista degli Iron Maiden, che ha fondato nel 1975. Harris e Dave Murray sono gli unici componenti presenti in tutte le produzioni della band.

Il suo approccio con il mondo della musica arriva quando ha 17 anni e compra il suo primo basso.

Tra le sue maggiori influenze bassistiche spiccano primo fra tutti Geddy Lee (Rush), Phil Lynott (Thin Lizzy), Pete Way (UFO), Geezer Butler (Black Sabbath), John Deacon (Queen), Roger Glover (Deep Purple), Martin Turner (Wishbone Ash), Mike Rutherford (Genesis), John Entwistle (The Who).

Nel 1974 entra a far parte degli “Smiler”, nei quali incontra Dennis Wilcock (alla voce) e Doug Sampson (alla batteria) che poi entreranno a far parte della prima formazione degli Iron Maiden.

Steve non condivide il loro progetto musicale, e decide così di abbandonare il gruppo, intraprendendo il progetto da lui tanto agognato.

Nel 1975 nascono gli Iron Maiden. Steve prende il nome dal film La maschera di ferro in cui appare una Vergine di Norimberga e disegnò anche il primo logo della band, visto in tutti gli altri album pubblicati.

Due anni più tardi una casa produttrice propone un contratto alla band, ma Steve rifiuta perché prevedeva sonorità punk e perché il produttore gli chiese di “tagliarsi i capelli” (per la cronaca, Steve rispose: “Per tagliarsi i capelli bastano 2 minuti, per farli ricrescere così non bastano 2 anni”).

Ad aprile, nel 1980, esce ‘Iron Maiden’, il primo album della band, che contiene pezzi come Transylvania, Sanctuary, Running Free.

Il 24 settembre 2012 è uscito, per la EMI Music, il primo album solista di Steve dal titolo “British Lion”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *