Annullato il concerto celebrativo di Woodstock. O no?

50 anni fa finanziatori investirono su un concerto che doveva essere per pochi intimi ma che entrò nella storia per mille ed un motivo.

50 anni dopo, invece, il concerto che dovrebbe celebrare il mezzo secolo di quell’indimenticato evento rischia di saltare. Il motivo? La fuga dei finanziatori. Anche se gli organizzatori non ci stanno: “Si farà”.

Ufficialmente i finanziatori del Dentsu Aegis Network, che avevano il compito di raccogliere i fondi per il concertone evento, hanno così motivato la decisione: “Non ci sono più le condizioni per organizzare un evento degno del marchio Woodstock, non crediamo che la produzione del festival possa garantire allo stesso tempo la salute e la sicurezza degli artisti, dei partner e dei partecipanti”.


Michael Lang, fondatore del concerto di 50 anni fa, quel Woodstock che avrebbe segnato la storia della musica, ha inizialmente preso le distanze. Secondo il sito Tmz, infatti, avrebbe ribadito più volte che “non c’è nessuna cancellazione”.
E’ anche vero, però, che la vendita dei biglietti per l’evento che era previsto dal 16 al 18 agosto a Watkins Glen, nello stato di New York, non è partita com’era previsto: sul palco era (è) prevista la presenza di tantissimi artisti, tra cui Santana e David Crosby, che avrebbe dovuto fare il loro ritorno da queste parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *