Staccano la corrente ma continua a suonare: Neil Young non si ferma mai

“Rock and roll can never die”, neanche se ti staccano la luce perché sfori ‘addirittura’ di 1 minuto.
E se poi succede proprio a Neil Young, siamo ai limiti del paradossale.
Perché proprio il cantautore canadese è stato protagonista, suo malgrado, di un fatto che lo ha lasciato…senza voce!

Neil Young

Il padrino del grunge era il clou al BottleRock festival in California. Sabato scorso, il 25 maggio, era sul palco e secondo le rigidissime leggi del posto avrebbe dovuto finire il suo concerto alle 22. Alle 22.01, un minuto (addirittura!) dopo il limite, gli organizzatori hanno staccato la spina.

Ma lui, come cantava nel 1979 in Hey Hey, My My, “Rock and roll can never die” e infatti ha continuato a cantare e a suonare con i Promise of the Real uno dei suoi grandi classici, ‘Rockin’ in the free world’. Il pubblico, se da una parte può aver apprezzato la scelta di Neil Young di continuare come se niente fosse, dall’altra non ha gradito la decisione degli organizzatori.

Dai social, un video del momento in cui staccano la luce:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *