Un club, una sostituzione e il Mito: 57 anni fa nascevano i Rolling Stones

Il Marquee Club è un music club, di Londra, in cui hanno suonato innumerevoli artisti jazz, rock, blues e skiffle.
Nel 1963 vi suonarono artisti come Brian Auger, John Mayall and the Bluesbreakers, gli Yardbirds con Eric Clapton ed il leggendario bluesman americano Sonny Boy Williamson.

E non solo. Negli Anni 60 e 70, tra gli altri, suonarono qui Graham Bond (registrando un LP durante la sua esibizione nel locale), Skrewdriver, Pink Floyd, The Who, Buddy Guy, David Bowie, Led Zeppelin, Soft Machine, Rolling Stones, Van der Graaf Generator, Genesis, Jethro Tull, Dire Straits, AC/DC, Jimi Hendrix, Queen e Yes. E poi ancora nella seconda metà degli Anni 70 Clash, The Jam, Ultravox, The Pretenders, The Police, The Cure, Joy Division, Adam and the Ants, The Damned, Generation X, Siouxsie and the Banshees, e i Sex Pistols.

Ma è nel 1962, il 12 luglio, quindi 57 anni fa, che uno dei più grandi gruppi della storia fecero il proprio esordio: i Rolling Stones.

Tutto grazie ad Alexis Korner che, con il suo gruppo, dovendo partecipare ad una registrazione televisiva alla BBC chiese alla band di Brian Jones di sostituirli per una serata al Marquee. Quest’ultimo decise, infatti, di suonare con il nome di “Rollin’ Stones” (nome che si ispirava alla canzone Rollin’ Stone di Muddy Waters) e la formazione è composta da: Mick Jagger (voce), Keith Richards ed Elmo Lewis (Brian Jones) (chitarre), Dick Taylor (basso), Ian Stewart (piano) e Mick Avory (batteria).

L’origine del mito si completa nel gennaio del 1963, quando Charlie Watts entrò ufficialmente nel gruppo, sostituendo il batterista Tony Chapman, che a sua volta era subentrato al posto di Mick Avory. Da allora sono arrivati 28 album, uno stile nuovo di suonare e stare sul palco e una serie infinita di successi. Che vanno avanti tutt’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *