UNO MAGGIO a TARANTO, tanta musica nel segno delle donne

Sara’ il rosa il colore dominante di #unomaggiotaranto 2016, in programma tra poche ore. Quello delle donne in lotta e in lutto che piangono i loro figli e mariti morti ma non si rassegnano e chiedono giustizia. Si parlera’ di immigrazione, di inquinamento, di rinascita. La piazza di Taranto farà sentire la propria indignazione per la morte di Giulio Regeni, per lo scandalo del petrolio in Val d’Agri, per la mafia ancora libera di ricattare e intimorire. Ancora una volta, si pretendera’ giustizia per Taranto, la citta’ abbandonata nelle fauci degli inquinatori. Non sara’ una kermesse musicale “ma un atto d’accusa
nei confronti dello Stato. Faremo nomi e cognomi- fanno sapere gli organizzatori- E’ per questo che oltre agli artisti che hanno sposato gratuitamente la causa del Comitato e che saranno li’ quel giorno, saliranno sul palco gli attivisti e chi, con la propria storia, prova a dare un contributo al cambiamento”.
   Quella del 2016 è la quarta edizione. Le tre precedenti sono state seguitissime: per esempio nel 2015 ci sono state circa 250 mila presenze, 2,7 milioni di visualizzazioni di #unomaggiotaranto su Twitter – arrivando in Trend Topic – più di un milione di visualizzazioni tra Twitter, Facebook e Instagram). La manifestazione è interamente autofinanziata, creata dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, un gruppo di operai e cittadini formatosi a seguito del sequestro degli impianti inquinanti dell’Ilva nel 2012. Numerosi sono gli artisti che hanno scelto di aderire all’iniziativa a titolo gratuito. Dalle ore 14.00 saliranno sul palco del Parco Archeologico delle Mura Greche: Afterhours, Ghemon, Levante, Litfiba, LNRipley, Beatrice Antolini, Ministri, Luminal, Teatro degli Orrori, Niccolò Fabi, Andrea Rivera, Renzo Rubino, Daniele Silvestri, Selton, Giovanni Truppi. Parteciperanno al concerto anche alcuni tra i più talentuosi artisti tarantini: Mama Marjas, Orchestra Mancina, Terraross, SFK, Fidoguido, Frank Buffoluto e i Punkreas. La manifestazione sarà seguita con una serie di finestre informative su Rai Radio1.

   Il Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti ha appreso con grande dispiacere che #unomaggiotaranto non vedrà più tra i protagonisti i Subsonica a causa di un inconveniente occorso a Davide Boosta Dileo. Questo il messaggio della band piemontese:

I Subsonica non suoneranno a Taranto per causa mia. Un paio di giorni fa mi sono rotto un polso in un modo piuttosto improbabile (vi prego non chiedetemi come..) Nonostante l’intenzione di negare a me stesso l’evento non facendomi ingessare, le condizioni attuali non mi permettono di suonare e per accelerare la guarigione subirò un piccolo intervento con la prospettiva di riprendere tranquillamente l’attività tra circa tre settimane. Mi dispiace, e dispiace a tutti noi. Sono convinto e sappiamo già (perché è da qualche anno che immancabilmente funziona così …) che sarà una festa bellissima e domenica godrete di un concerto stupendo, una festa grande in un luogo davvero speciale. Divertitevi, alzate la testa, riflettete, ascoltate, state gomito a gomito con gli estranei, brindate, sorridete. Passate un buon primo maggio. Boosta Ci si vede sempre con i piedi sul palco“.

Ma non solo. Il 28 aprile i 99 Posse hanno tenuto un concerto a sostegno dell’1 maggio (non saranno pero’ al concertone)  mentre i Subsonica hanno dovuto annullare un ‘djset’ del 30 aprile: il tutto ovviamente sempre a Taranto. Il giorno del concerto, invece, “sara’ l’occasione per chiedere giustizia”, fanno sapere gli organizzatori e chi presentera’ evento, per Federico Aldrovandi (ci sara’ la mamma Patrizia) .

20120101_015509after2(1)Copy of IMG_3255Diodato Precedenti EdizioniFB_20160406_23_01_53_Saved_PictureFB_20160406_23_02_07_Saved_PictureFB_20160406_23_08_54_Saved_PictureGhemon.jpegGiovanni Truppi_nuova2LITFIBALNReplyMichele Riondino sul palco dell'Uno Maggio TarantoMinistri 2016 okNiccolò%20Fabi_IMG_0517_foto%20di%20Shirin%20Amini(1)PRIMO MAGGIO TARANTORenzo Rubinoriondselton_chiaramirelli_2Silvestri_di_Daniele_Barraco_4Valentina Correani

Quest’anno Taranto diventerà anche la città dell’accoglienza e dell’arte. Il Comitato insieme ad associazioni, movimenti, circoli, scuole e accademie del territorio, durante la settimana che precederà il concerto #unomaggiotaranto, ha organizzato il progetto “Riconversioni”: un fitto calendario di mostre, rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali, workshop, eventi sportivi e musicali. Un modo per dimostrare che Taranto non deve necessariamente vivere di sola industria inquinante e per mettere in risalto le potenzialità del suo patrimonio artistico e culturale, fatto di una rinascita complessiva della città e del territorio.

#unomaggiotaranto non gode di contributi pubblici di istituzioni, partiti politici o multinazionali ed è reso possibile dal contributo volontario di cittadine e cittadini di tutta Italia. Quest’anno a sostenere la manifestazione saranno anche i tifosi del Taranto F.C. 1927. Domenica 10 aprile, in occasione della 30^ giornata del Campionato Nazionale Dilettanti Girone H, il Taranto FC 1927, destinerà un euro per ogni singolo biglietto venduto per il match Taranto-Potenza a sostegno dell’iniziativa del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, contribuendo così alla realizzazione del concerto.

Come ogni anno, Artisti 7607 darà il suo contributo per sostenere le spese SIAE. Artisti 7607 è la società cooperativa che tutela il lavoro degli attori.

AGA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *