Se Brian Johnson diventa ‘Mr. Rock’n’Roll’ (ASCOLTA)

L’ex cantante degli AC/DC: SONO STATO CON UNA DELLE MIGLIORI BAND DEL MONDO

La voce “più potente del rock’n’roll”: Brian Johnson secondo Jim Breuer, il comico di Saturday Night Live, che ha inciso “Songs from the garage”, il suo primo album in uscita il prossimo 27 maggio. Con l’ex frontman degli AC/DC ha duettato in ‘Mr rock n roll’. Per il comico, Johnson “è anche l’uomo più divertente e generoso che io abbia mai conosciuto. Gli sarò per sempre grato”. Brian ha registrato anche un altro pezzo per l’album di Breuer, ‘My Rock n Roll Dream’.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=98B_J6prjnI&w=560&h=315]

Inoltre Brian Johnson è tornato a parlare della fine, per certi versi traumatica, della sua esperienza negli AC/DC. Intervistato da SiriusXM, raccontato l’origine dei suoi problemi di salute, all’udito, che lo hanno praticamente spinto, quasi costretto, a lasciare Angus Young e compagni. Tutto nasce circa otto anni fa, sul tracciato automobilistico Watkins Glen dove Brian, notoriamente appassionato di auto, si stava preparando per partecipare ad una gara. “Avevo il numero 3 in griglia ed un casco nuovo: l’ho indossato ma senza mettere i tappi protettivi”, ha ricordato. “Dopo la gara, dopo circa 35 minuti, il mio orecchio sinistro non andava”.

Dopo qualche problema di acufene altri problemi ancora hanno minato le certezze che si avevano sulla band australiana: “Sul palco non ci sono difese. L’età e l’esposizione a quei rumori assordanti hanno fatto il resto”. Problemi nati otto anni fa, ma decisamente peggiorati recentemente”Prima di natale sono stato in ospedale nove volte a Sydney con il dottor Chang. Una notte suonavamo a Winnipeg, pioveva a dirotto e Angus era fradicio. Io e Angus abbiamo preso la febbre ma subito siamo dovuti partire per uno show a Vancouver e i fluidi nelle mie orecchie sono aumentati. Ho tenuto duro e ho fatto quel concerto poi quello di San Francisco e, anche, quello di Los Angeles. Quando siamo tornati a casa ero quasi completamente sordo. Chang mi ha confermato che i liquidi nel mio orecchio si erano cristallizati e ha cercato di aiutarmi, ho fatto flebo e steroidi  per cercare  di rompere le cristallizzazioni. Quando il medico mi ha guardato negli occhi, con quello sguardo terribile che hanno i medici quando devono darti una brutta notizia, ho capito che non stava funzionando. Ho comunque ultimato i concerti australiani e dieci spettacoli negli USA; quando sono tornato da medico mi ha detto che stavo uccidendo il mio udito!”.

Jonson rivela che Angus Youg e Cliff Williams gli hanno detto “Jonno, pensa alla salute. Devi fermarti. Noi vogliamo che tu ti fermi. Vorrei spiegare ai fan che è come se avessi subito un’infortunio, come uno sportivo sul campo da gioco, non ho un cancro. Mi dispiace per quei giovani che hanno solo 24 o 25 anni. Io sono stato molto fortunato, quest’anno entrerò nei 69″.

Infine Brian si è rivelato soddisfatto per essere “andato in giro con una delle migliori band del mondo e ho avuto una vita grandiosa e fortunata“.

AGA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *