E’ morto Leonard Cohen. Maledetto 2016

E ora anche Leonard Cohen. “Abbiamo perso uno dei visionari più venerati e prolifici della musica”. Inizia così il post sulla sua pagina Facebook che da la notizia della scomparsa del grandissimo artista canadese, nato a Montreal il 21 settembre del 1934. Il cantante canadese è morto a 82 anni, la data della scomparsa viene fatta risalire a lunedì scorso ma la notizia è stata data solo oggi.

Cantautore, poeta, scrittore, è stato uno dei più influenti artisti della storia della musica. Su tutte, Halleluja, canzone manifesto, una delle ballate più famose al mondo: famosissima la versione di Jeff Buckley, nell’album Grace. E poi ancora Famous Blue Raincoat, The Partisan, So Long Marianne, Suzanne.

Il 2016 si conferma così come un anno tragico per la musica. Sono scomparsi tanti artisti, anche attori e registi in questo anno, ma incredibile è il numero dei cantanti che, nel mondo, ci hanno lasciati. Ad aprire questa tragica serie, Natalie Cole, scomparsa a Los Angeles proprio alla fine del 2015, quindi alle porte di questo tragico anno:

David Bowie, il 10 gennaio dopo una breve lotta contro il cancro

Glenn Frey, tra i fondatori degli Eagles, è morto a New York il 18 gennaio

Black, il 26 gennaio dopo un brutto incidente automobilistico

Paul Kantner, chitarrista dei Jefferson Airplane, il 28 gennaio

Maurice White, fondatore e leader degli Earth, Wind & Fire, il 3 febbraio

Keith Emerson, del trio Emerson, Lake & Palmer, il 10 marzo

Prince, trovato morto il 21 aprile

Gato Barbieri, il jazzista è morto a 83 anni a causa di una polmonite il 2 aprile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *