BOB DYLAN NON SARA’ ALLA CERIMONIA PER IL NOBEL

“Ha altri impegni”. Per questo non potrà essere a Stoccolma il 10 dicembre per la cerimonia di consegna del premio Nobel.

Esito forse scontato di una vicenda che fin dall’inizio ha fatto parlare: dall’assegnazione del Nobel ad un cantante, comunque considerato un poeta, al ‘non commento’ dello stesso Dylan in occasioni di uscite pubbliche (nessuna menzione durante i concerti delle settimane successive). A dare la notizia che Dylan non sarà alla cerimonia, l’Accademia svedese, che ogni anno attribuisce il premio. L’appuntamento era per il 10 dicembre alla presenza del re di Svezia. L’accademia, in una nota, ha spiegato di aver “ricevuto ieri sera una lettera direttamente da Dylan” in cui ha spiegato che a causa di impegni preesistenti non è in grado di andare a Stoccolma nel mese di dicembre “e pertanto non sarà presente alla cerimonia del Nobel”. Dylan, ha continuato l’accademia, “ha sottolineato, ancora una volta, di essere onorato e che desidera ritirare il premio di persona”.

cupigljw8aajxwn

 

L’assegnazione al cantante statunitense era già stata accolta con sorpresa, anche se da anni era inserito nella lista dei papabili. Ora, ulteriore sorpresa legata al suo comportamento fin dall’istante dopo l’assegnazione: la notizia della vittoria messa e poi tolta dal sito ufficiale, non una parola per settimane, tre concerti in cui non ha mai fatto menzione del premio vinto. E ora, l’annuncio dell’assenza alla cerimonia. Per l’accademia svedese una cosa insolita “ma non eccezionale”. In passato altri avevano avuto il premio ma non erano andati a Stoccolma per la cerimonia, come Doris Lessing, Harold Pinter e Elfriede Jelinek”. Ma “il premio appartiene comunque a loro. Come a Bob Dylan”. Ma c’è una cosa a cui l’accademia non rinuncia: entro sei mesi a partire dal 10 dicembre dovrà tenere un’ora di lezione, “unico requisito richiesto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *