‘ESPERANTO FEST’, le lingue della musica nel ‘viaggio’ della MED FREE ORKESTRA (VIDEO)

Una sorta di viaggio intorno al mondo, pur non muovendosi da Roma. Un viaggio affascinante, coinvolgente, nato da un’idea di Francesco Fiore della Med Free Orkestra e che giovedì scorso, 30 aprile, nella serata di chiusura dell’Esperanto Fest, dopo l’appuntamento invernale  al Quirinetta, ha visto salire sul palco del Monk di Roma, zona Portonaccio,  ospiti speciali come Roy Paci, Sandro Joyeux, Matteo Kutso Gabbianelli dei kuTso, Andrea Ruggiero al violino, Davide Toffolo dei Tre allegri ragazzi morti e Jose Ramon Caraballo Armas…
                                                 
   Francesco Fiore crede nell’azione “terapeutica” della musica: “Cantiamo le idee per sensibilizzare il mondo, e lo facciamo ballando. Perché tutti abbiamo bisogno di bellezza, di vedere cose belle e sperare soprattutto in cose belle…”.
   Una bella serata di musica in cui la passione e lo straordinario ritmo della MFO hanno conquistato il pubblico accorso al Monk: difficile rimanere seduti, inevitabile lasciarsi trascinare in questo viaggio affascinante attraverso tutte le lingue del mondo della musica.
   Un evento che tornerà. Presto. “#Esperantofest si è concluso, tornerà questa estate con una due giorni incredibile, piena di bellissimi ospiti”, si legge sulla pagina Facebook della Med Free Orkestra. E poi un doveroso ringraziamento a chi è accorso al Monk: “Grazie davvero a tutti voi che avete trasformato un compleanno in una bolgia infernale, di gente allegra e sudaticcia”.
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=pVQsT8nix6M?ecver=2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *