Vasco Rossi, l’unica voce autentica del rock in Italia, festeggia quest’anno 40 anni di fronte del palco in quel di MODENA…MODENA PARK, dove tutto è cominciato e tutto ricomincia. Per colpa d’Alfredo! Il Primo Concerto Rock in uno dei parchi cittadini più belli e grandi d’Europa, pronto ad ospitare il popolo di Vasco, una combriccola allargata di “tutta gente a posto”.
Battuto il record mondiale, saremo in 220.000 a Modena, davanti a Rio de Janeiro per gli ‘Ah Ah’ in 198.000 nel 1991 e a Tina Turner, sempre a Rio in 188.000 nel 1988, . Qui si fa la storia. Tutto il popolo del Blasco in quel di MODENA, Capitale mondiale del rock
Che ospiterà 220.000 persone, un popolo civile ma è sabato sera e la festa è speciale… Ringraziamo i modenesi per la pazienza che stanno dimostrando da mesi e che dovranno pazientare ancora un po’…Ma ringraziamo anche e soprattutto il Sindaco che ha contribuito non poco alla realizzazione di un evento di tale portata.

 

Riassunto delle puntate precedenti
SUL FRONTE VIVATICKET, dichiarato il sold out a 220.000, capienza massima concessa. Ci ritroveremo come le star ..fuori Modena….MODENA PARK.

SOLD OUT SEI MESI PRIMA: in poche ore di un solo giorno dello scorso 27 gennaio polverizzato ogni record, battuto quello europeo con circa 200.000 biglietti venduti da VIVATICKET online e nei punti di vendita fisici tradizionali, si avvia a diventare Campione del Mondo! La conferma arriva puntuale Il 23 maggio scorso, quando anche l’ultimo lotto di 20.000 biglietti si esaurisce nel giro di 1 ora.
SOLD OUT a 220.000 e stabilito il nuovo record mondiale di paganti per un solo concerto, Modena davanti a Rio de Janeiro!
SUL FRONTE lotta al bagarinaggio online si è rivelato utile ed efficace il biglietto trasparente, rintracciabile: dai controlli SIAE e partners sono risultati pochissimi i biglietti annullati per vari motivi, circa un migliaio sui primi 200.000. Come sempre, ripetiamo qui ancora di non cedere alle promesse di siti online che li vendono solo “virtualmente” e a prezzi maggiorati, c’è solo un sito ufficiale VIVATICKET che ha dichiarato il sold out a 220.000 biglietti veri, trasparenti e rintracciabili.
La curiosità: I biglietti comperati online stanno arrivando a casa dai primi giorni di maggio, per corriere e con la sorpresa dentro il biglietto: un codice a barre e parte il video messaggio di Vasco. Prima volta in Europa, seconda nel mondo, parola di Best Union che ha voluto includere la sorpresa.
Perché ModenaPark è 1 Evento Unico et irripetibile, non puo’ essere replicato.

 

Ma non dovranno disperarsi tutti quelli che non sono riusciti a comperare il biglietto, abbiamo pensato anche a loro: IL CONCERTO VERRA’ TRASMESSO IN DIRETTA IN 140 CINEMA SPARSI IN ITALIA…E non solo, c’è anche il progetto di includere anche dei palazzetti dello sport … to be continued..

SUL FRONTE DEL PARK trovati 46.000 posti auto! Per chi arriverà in auto i parcheggi saranno abbastanza distanti dal Parco E. Ferrari che potrà essere raggiunto solo con percorsi predefiniti o a piedi. Niente navette, niente autobus, niente taxi.
Il consiglio è comunque di arrivarci in treno (ci saranno treni regionali straordinari notturni e nazionali), la stazione è a 1 kilometro dal Parco, una passeggiata

I LAVORI NEL PARCO INIZIATI LUNEDI 29 MAGGIO girano testimonianze video da Modena sul work in progress, il palco cresce!
Sono previsti: grandi zone d’ombra, pianteremo alberi – campo calcio – campi beach volley e volley – mongolfiera – mega ruota panoramica – ristoranti – parchi gioco per bambini e area relax.

18664465_10155511817579674_6474609621177798629_n

 

SUL FRONTE SICUREZZA: Saranno imponenti le misure di sicurezza, a partire dal 29 giugno. Ingenti le misure di sicurezza in tutta la città e forti limitazioni soprattutto nell’area a ridosso del parco, divisa in due cerchi: la zona blu e la zona rossa. Sabato 1 luglio ci si sposterà solo a piedi.
UNA APP scaricabile gratuitamente invierà notifiche push per tutte le informazioni utili (dove parcheggiare la bici, la moto e tanto altro)
– Barriere jersey di protezione delimitano le aree off limits
– verranno installate 55 telecamere con riconoscimento facciale a 1 km che vigileranno h24 a 360°
– 5500 addetti alla sicurezza già turnizzati da fine maggio al 1 luglio. Il 1 luglio saranno 1200 dislocati nei punti nevralgici. Ulteriori aggiornamenti in corso vi verranno comunicati.

SUL FRONTE DEL PALCO, scenografia SPAZIALE…esagerata e tecnologica! di Gio’ Forma.
Immaginiamo un palazzo di 8 piani rettangolare, largo 150 metri di Palcoscenico
Scenografia tutto ferro, effetti luci (sempre le piu’ tecnologicamente avanzate di Giovanni Pinna) e un gioco di schermi enormi che consentono un dialogo continuo con il pubblico.
5 enormi SCHERMI per oltre 1500 metri quadri di schermi : 1 centrale gigantesco piu’ altri 4 (due per parte) enormi. Si muoveranno su dei binari, separatamente o tutti insieme a formare le diverse videoscenografie (40) della regia in diretta: storie dentro la storia. Altri Schermi giganteschi saranno sparsi per il parco in maniera da agevolare la visione del concerto a tutti.
– 29 torri di ritardo del suono . Una potenza di uscita tale da consentire l’ascolto in ogni punto del parco, uguale da 5 mt come da 300 mt.

DAL FRONTE DEL VIDEO
Il regista live del concerto quest’anno è Pepsy Romanoff, lo stesso degli ultimi video e del film girato a Napoli. E ha messo su una squadra di un centinaio di persone per seguire la regia live. Che arricchirà di videoscenografie, una sorta di film che scorre durante il concerto. In tutto sono 40 e tra queste una molte vedranno direttamente coinvolti nella loro quotidianità i fan iscritti al Blasco fanclub fin da ora. Sorprese e tanto altro per gli iscritti al fanclub che si sono guadagnati l’accesso esclusivo al soundcheck del 29 giugno.
SUL FRONTE MOSTRA, la mostra di Vasco al Foro Boario di Modena, organizzata e ideata da Chiaroscuro Creative, sta riscuotendo un grandissimo successo e c’è anche il cancello di casa a Zocca dipinto dai fan!

DAL FRONTE DEL PALCO , dai suoi 40 anni di fronte del palco suonati e vissuti intensamente, il re del rock promette che distillerà la sua discografia per dar vita a una festa molto speciale, la festa rock epocale e imperdibile della sua storia ma.. anche della nostra. Con circa 40 delle sue 176 canzoni, per 3 ore e oltre di concerto.
Di soprese ce ne saranno tante e tutte legate alla sua storia e al suo straordinario percorso artistico, da cantautore e rocker a provoKautore e rockstar.

Sono ufficialmente cominciate le prove, a porte chiuse, al Cromie di Castellaneta (Taranto). La squadra è al completo:
– Vince Pastano alla chitarra – Alberto Rocchetti alle tastiere – Claudio Golinelli “il Gallo” al basso – Andrea Innesto “Cucchia” al sax e cori – Frank Nemola alla tromba tastiere e computer – Clara Moroni ai cori. Sono arrivati dagli Stati Uniti anche Stef Burns alla chitarra e Matt Laug . Supervisione di Guido Elmi.

DAL FRONTE VASCO ROSSI IL BLASCO, IL KOM ..VASCO:
Da deejay e precursore radiofonico (fonda Punto Radio libera e mitica!!), a Re degli stadi, che nessuno riempie come lui da 4 decenni. Dal fronte del palco, siamo a 780 concerti fino a qui (escluso Modena Park) (per circa 20Milioni fan). Tutti “incontri ravvicinati” con il suo pubblico, poche decine di persone agli esordi, con il passaparola diventano decine di migliaia e poi centinaia di migliaia, oggi. Da notare che gli “ultimi” 200 concerti (dal ’90 al 2016), si sono svolti solo negli stadi più grandi e tutti sempre sold out: caso più unico che raro in Italia (nel mondo i Rolling Stones e pochi altri), Vasco non conosce flessioni on the road da 40 anni: è transgenerazionale, il suo pubblico consolidato e allargato nel tempo, abbraccia almeno quattro generazioni. Evidentemente, prima o poi ci si imbatte nelle sue canzoni e le si condividono scoprendo che “c’è un po’ di Vasco in ognuno di noi”.

Annunci