Rapiti, coinvolti, stregati. Due anni dopo gli AC/DC, l’autodromo Enzo e Dino Ferrari torna ad ospitare un concerto evento a tutto rock con i Guns N’ Roses. In quello che da considerare il live dell’anno, Axl Rose e compagni hanno rispolverato i più grandi classici della band (in attesa di un album di inediti, su cui il gruppo starebbe lavorando…), da ‘It’s So Easy’, da Appetite for destruction a pezzi come ‘Welcome to the Jungle’, ‘Sweet Child O’ Mine’, ‘November Rain’, ‘Civil War’ e ‘Chinese Democracy’. E tanto altro ancora.
   Non sono ovviamente mancate le cover, altro pezzo forte della band: storica la versione della dylaniana ‘Knockin’ on Heaven’s Door’, poi ancora ‘Wish You Were Here’ dei Pink Floyd, rivisitata incredibilmente dalle chitarre di Slash e Richard Fortus, e la commovente ‘Black Hole Sun’ dei Soundgarden, per ricordare ancora una volta Chris Cornell, la cui vita è stata spezzata troppo presto dal suicidio di poche settimane fa a Detroit.
18952619_10155441907703069_1308359223490248080_n
SCALETTA
It’s So Easy
Mr. Brownstone
Chinese Democracy
Welcome to the Jungle
Double Talkin’ Jive
Better
Estranged
Live and Let Die
Rocket Queen
You Could Be Mine
Attitude
This I Love
Civil War
Yesterdays
Coma
Slash Guitar Solo
Speak Softly Love (Love Theme From The Godfather)
Sweet Child O’ Mine
My Michelle
Wish You Were Here
November Rain (Layla, intro)
Knockin’ on Heaven’s Door
Nightrain
– BIS
Don’t Cry
Black Hole Sun
(Soundgarden cover)
The Seeker
(The Who cover)
Paradise City
 Non sono mancati, ovviamente, i video ripresi dai cellulari, in questo caso per immortalare un evento straordinario. Di seguito alcune immagini social del concertone di Imola:

Grazie. #notinthislifetime #gnrday #gunsnroses

A post shared by Sara (@sueangel89) on

#concerto#gunsnroses#imola#autodromo#novemberrain

A post shared by Riccardo D'Ambrosio (@riccardo_d.ambrosio) on

Annunci