Forse se su quella Bentley diretta a Southampton fosse salito pure lui avremmo letto un’altra storia. Forse, se in quel giorno di gennaio del 1967, avesse preso parte a quel concerto, avremmo visto un altro Syd. Forse. O forse no. Una cosa (anche più di una) è però certa: Syd Barrett negli Anni 60 ha lasciato un segno indelebile nella storia della musica. Lui, che con Roger Waters e Bob Klose mise su un gruppo, i Pink Floyd Sound, diventati poi i Pink Floyd con Nick Mason e Richard Wright (e l’addio di Klose), dando vita alla storia della musica.
   Personaggio controverso e follemente geniale, Syd è morto il 7 luglio del 2006.
   Era nato a Cambridge il 6 gennaio del 1946 e fino all’adolescenza la sua passione furono scrittura e disegno. Complici le prime lezioni di sax del fratello maggiore Alan, a 14 anni si avvicinò al mondo della musica. Da quel momento fu un crescendo. Con gli amici Waters e Klose diede vita ai Pink Floyd Sound, poi con Nick Mason e Richard Wright, Klose fuori, prendono vita i Pink Floyd. Nome scelto ovviamente da Syd, sui motivi è praticamente leggenda: dovrebbe essere l’unione dei nomi dei suoi due bluesman preferiti, Pink Anderson e Floyd Council, lui disse che il suggerimento gli arrivò dagli alieni. Ma Pink e Floyd erano anche i suoi due gatti.
Syd-Barrett
   Nel 1965 le prime uscite dal vivo, nel 1967 l’esordio discografico con Arnold Layne e la pubblicazione di The Piper at the Gates of Dawn. Ma è a questo punto che iniziarono i primi problemi, mentali e legati all’uso di sostanze stupefacenti. Fino alla rottura, insanabile, causata anche dai comportamenti fuori dalle righe, se così si può dire, di Barrett sia nei concerti, sia nei programmi tv. Neanche la carriera da solista, lo aiutò a liberarsi dai suoi problemi, anzi.
   Nel 1975 i suoi ex compagni dei Pink Floyd, legati a Syd, inciserò Wish You Were Here, album essenzialmente dedicato a lui. Durante l’incisione di Shine On You Crazy Diamond un episodio quasi leggendario.  
   Non ci fossero state le testimonianze sarebbe quasi difficile crederci: Syd che si presenta negli studi di Abbey Road durante la registrazione di Shine On You Crazy Diamond con uno spazzolino da denti, totalmente rasato e ingrassato. Senza capelli, senza sopracciglia e obeso, si presento’ negli studi di Abbey Road ovviamente a sorpresa, lasciando tutti prima incuriositi, poi di stucco una volta riconosciuto. Fu Gilmour a capire chi fosse, tra stupore e commozione da parte di tutti (lo stesso Gilmour si lascio’ andare in un pianto). Dopo aver ascoltato Shine On, dopo aver pranzato insieme, Barrett spari’ allo stesso modo con cui era apparso.
 

 

Annunci