Le prime (mezze) conferme. Ma tanto basta per far salire l’attesa nei fan europei di Roger Waters: il ‘Genio creativo dei Pink Floyd’ suonerà in Europa nell’estate del 2018. Per carità, nessuna novità: con il 2017 dedicato tutto al tour in Nord America, quasi inevitabile sembrava essere l’approdo europeo nel 2018 per l’artista britannico.
   Ora un mezza conferma, quella che piace, è arrivata da una intervista rilasciata da Chris Kansy, responsabile di produzione dello stesso Waters, al ‘The New Orleans Advocate’.
   “Lavorare con Roger è ispirazione per tutti noi- ha detto Kansy- E’ un onore e un privilegio lavorare per lui”. La collaborazione tra Waters e Kansy è iniziata nel 2006 con il tour di Dark Side Of The Moon e poi con quello di The Wall.
   Ora continua per l”US+THEM’ tour, partito il 26 maggio di quest’anno e ad oggi senza una vera e propria ‘fine’. Secondo il ‘The New Orleans Advocate’, infatti, dopo la fine del tour nordamericano che è prevista per ottobre, si ripartirà all’inizio del 2018 con i concerti in Nuova Zelanda e Australia. L’arrivo nel vecchio continente è in programma nell’estate del 2018 mentre addirittura nel 2019 Waters dovrebbe sbarcare in Sudamerica e nel sud-est asiatico: “Roger ha delle aspirazioni, è più carico che mai e vuole continuare a lavorare”, le parole di Kansy. Che non dispiaceranno ai fan di tutto il mondo di Roger.
Annunci