Ha emozionato, scandalizzato, fatto ballare, fatto innamorare. Oggi come ieri, come negli ultimi 50 anni.

Compie 74 anni Mick Jagger, una delle più grandi personalità della storia del rock, nato il 26 luglio del 1943 a Dartford, comune inglese della contea del Kent, capace con i Rolling Stones, e con gli album da solista, di influenzare decine di rock band e di artisti, segnando passaggi fondamentali nella storia della musica.

14695321_1287884551245391_3904450946937905743_n

E’ nel 1962 quando insieme a lui e al suo amico Keith Richards che si uniscono i musicisti Brian Jones, Bill Wyman e Charlie Watts, dando vita ad un incredibile e longeva band, appunto i Rolling Stones, nome ispirato da un brano di Muddy Waters. La coppia Jagger-Richards diventa quindi il cuore del gruppo. La prima apparizione degli Stones si tiene al celebre Marquee Club di Londra il 12 luglio 1962. L’anno dopo, Mick Jagger abbandona gli studi in favore della carriera di cantante. La sua tipica voce sensuale passa da cover relative ad artisti come Chuck Berry e Bo Diddley a canzoni originali, scritte con Keith. La musica e la fama del gruppo crescono, sull’onda del connubio sesso, droga e rock’n’roll. Nel 1967 Jagger e Richards vengono arrestati per detenzione di stupefacenti, e condannati a tre mesi di reclusione, pena poi commutata in libertà condizionale.

15203382_1333194660047713_5164006126737937970_n

Dopo di allora tanti litigi, abbandoni di Mick e poi ritorni non impediranno al gruppo di incidere canzoni straordinarie come Angie, Wild Horses, Satisfaction, Sympathy For The Devil e una versione fatta propria della dylaniana Like a Rolling Stone. Quattro, invece, gli album incisi da solista.

Annunci