Detenere o divulgare i cinque brani inediti rubati a Vasco Rossi da degli hacker “è reato”. A dirlo, con forza, gli stessi fan del rocker di Zocca, una volta saputa la notizia del furto. Sembra, infatti, che le canzoni siano già state messe online.

Sulla vicenda è intervenuto lo staff del Blasco fan club che sulla pagina Facebook ha scritto: ” Cari Fan, è di recente emerso che tra gli utenti della pagina Facebook di Vasco ed all’interno del Fan Club circolano file che, secondo le voci diffuse, conterrebbero tracce di brani inediti interpretati da Vasco. Con il presente comunicato teniamo ad informare tutti i membri del Fan Club e gli utenti della pagina Facebook in merito al fatto che si tratta di file sottratti ai legittimi proprietari in modo ILLECITO e che, pertanto, potrebbero essere oggetto di una condotta criminosa in relazione alla quale ci si riserva di agire presso le opportune sedi penali; alla luce di ciò, la DETENZIONE di tali file da parte vostra può configurare, tra gli altri, il delitto di ricettazione, punito dall’art. 648 c.p.”.
Continua il Fan Club: “Tanto premesso, Vi chiediamo di cessare immediatamente ogni ulteriore scambio e/o trasferimento di file di provenienza illecita, ammonendovi fin d’ora che le condotte lesive saranno perseguite senza ulteriori ammonimenti”.
Annunci